Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

28 Settembre 2020

Scioperano i lavoratori della Unicoop Tirreno. Presidio alla direzione di Vignale Riotorto


Livorno, 21 dicembre. Sciopero pesante quello di domani, di otto ore, proclamato a livello nazionale da Cgil,Cisl e Uil di categoria contro la Unicoop Tirreno per il rinnovo del contratto di lavoro dei dodicimila dipendenti in Toscana, più Lazio e Campania. Alle 10 a Vignale Riotorto, davanti alla direzione si terrà un presidio dalle 9 alle 12, al quale è annunciata la partecipazione di delegazioni provenienti dalle varie sedi della cooperativa e i segretari nazionali di Filcams, Fisascat e Uiltucs.
“Sono circa quattro anni – affermano i sindacati – che i lavoratori sono senza contratto per la pretesa della controparte di trovare una soluzione, che peggiorerebbe diritti e retribuzione, a partire dal non pagamento dei primi tre giorni di malattia, a fronte di un aumento salariale complessivamente più basso di quello già siglato con Concommercio, archiviando la distintività cooperativa, valore fondante del movimento. Le aziende associate a Federdistribuzione invece da oltre quattro anni impongono unilateralmente l’applicazione, nei fatti, di un regolamento associativo non sottoscrivendo un nuovo contratto nazionale di settore e neppure riconoscendo il rinnovo del contratto nazionale siglato con Confcommercio nel 2015 in Toscana”. La situazione è aggravata, sostengono ancora i sindacati, dal comportamento di molte aziende, che hanno disdetto contratti integrativi,aperto procedure di licenziamento e “pretendendo”, soprattutto, aperture per le festività, con massima flessibilità degli orari, che hanno peggiorato le condizioni di lavoro e di vita dei lavoratori.