Vai a…

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

domenica 17 Novembre 2019

Al via la “bella stagione” del Teatro Goldoni, salotto buono di Livorno


(Angela Simini) Livorno, 14 ottobre 2019 – Con un cartellone di oltre cinquanta spettacoli, programmati per il 2019-20, con il boom di spettatori dell’annata precedente, col grande sostegno dei partner e degli sponsor, il Teatro Goldoni guarda fiduciosamente al futuro, nonostante la grave crisi che i teatri di tradizione attraversano. Ed appunto chiama La Bella Stagione il cartellone che andrà a debuttare il 19 ottobre con il dittico Cavalleria Rusticana, in omaggio a Pietro Mascagni, e Suor Angelica di Giacomo Puccini.

La produzione nasce col grande sostegno del Comune di Livorno, della Regione Toscana, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, della Fondazione Livorno, dell’Unicoop Tirreno , ha come soci sostenitori Menicagli Pianoforti, soci ordinari Alpha Team Srl, Porto di Livornno 2000, sponsor Esselunga. Queste realtà dimostrano come il Teatro Goldoni costituisca il “salotto buono” della città, al quale si guarda come centro di aggregazione e di formazione artistica e culturale per la popolazione, per gli studenti e per i nuovi artisti. E, per garantire un’utenza sempre più larga, si sono organizzati pacchetti con sconti per le famiglie e per gli studenti.

Il cartellone si articola in quattro opere liriche, nove spettacoli di prosa, tredici appuntamenti di musica da camera e orchestrale, tre serate di danza, oltre a eventi fuori abbonamento, tra i quali due musical. Quindi, in periodi di grande difficoltà per tutti i teatri, possiamo riconoscere che si è rispettata una produzione decorosa, senza contare che non mancano nomi prestigiosi in ogni settore. Il pubblico del 2018/19 è aumentato dell’11% rispetto all’annata precedente ed anche il pubblico della lirica ha intensificato le sue presenze.

La lirica, che costituisce il settore di maggiore impegno artistico ed economico, si avvale , come ormai da anni, di una rete di coproduzione con altri teatri come il Verdi di Pisa, il Giglio di Lucca, il Teatro Coccia di Novara e Teatro Sociale di Rovigo, il che consente anche un maggior numero di rappresentazioni e di circuitazioni alle opere in cartellone: al ditico Cavelleria rusticana e Suor Angelica, seguiranno Le nozze di Figaro di W.A.Mozart, Tosca di Giacomo Puccini e Napoli Milionaria di Eduardo De Filippo, musiche di Nino Rota.

Interessante anche la proposta della prosa che debutta il 29 ottobre prossimo con un classico imperdibile Un tram che si chiama Desiderio di Tennessee Wlilliams, mentre il 5 dicembre sarà la volta di Novecento di Alessandro Baricco, quindi Skylight con Luca Barbareschi e Lucrezia Lante Della Rovere e, tra gli altri spettacoli, The Deep Blue Sea con Luisa Ranieri, per la regia di Luca Zingaretti.

La danza percorre la tradizione classica con La bella Addormentata e Il Lago dei Cigni, ambedue con la musica di Tchaikovsky, coreografia di Marius Petipa, Balletto di Mosca, mentre il 13 marzo 2020, debutta “ Sonics in Duum” , settacolo in cui la danza diventa acrobazia.

Prestigiosi i 6 concerti di musica classica “Al chiaro di Luna”, con l’esclusiva apertura della cupola del Goldoni, il primo di questi debutta il 20 dicembre con l’Orchestra della Toscana, cui seguirà il 2 febbraio 2020 l’Orchestra Del Maggio Musicale Fiorentino , diretta da Beatrice Venezi, finalmente una direttrice donna, per giunta molto famosa .

Si segnala infine la prestigiosa presenza del violinista Uto Ughi il 22 febbraio 2020.

Anche la fortunata Stagione di Musica da Camera “Clasica con gusto” giunta alla 11° edizione, riapre i battenti in Goldonetta, formulata su Progetto del Maestro Carlo Palese in collaborazione con Menicagli Pianoforti, nella quale ogni incontro si conclude con la degustazione di un piacevole bouffet.

Foto del profilo di Redazione

About Redazione,