Vai a…

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

lunedì 9 20 Dicembre19

Alboresi al Pci toscano: “Il Noi al centro della politica”


(Marco Ceccarini) Santa Luce, 1 dicembre 2019 – “Dobbiamo uscire dalla politica basata sull’Io e ricostruire una politica che mette al centro, anche nel linguaggio, il Noi, gli interessi collettivi, la gente. Serve una prassi politica che sappia battersi per i diritti comuni, a cominciare dai diritti economici, dal lavoro alla sanità pubblica, dall’istruzione al ruolo dello Stato e dell’intervento pubblico come motore dello sviluppo e del benessere collettivo. In questo senso deve agire il rinato Partito comunista italiano, che vuole a tutti gli effetti collocarsi nel solco della tradizione del Pci storico, di cui non a caso ha preso il nome e il simbolo, ovvero della grande tradizione democratica del movimento comunista in Italia”.

Così si è espresso, intervenendo a Pomaia di Santa Luce ieri sera, sabato 30 novembre, il segretario nazionale del rinato Pci, Mauro Alboresi, che è intervenuto all’iniziativa politica regionale del partito organizzata, al circolo di Pomaia, dalla sezione 25 aprile di Santa Luce, animata da Patrizio Andreoli, già attivo nei Comunisti italiani di Livorno, oggi membro della segreteria nazionale del Pci. La sezione di Santa Luce è più numerosa della provincia di Pisa e una delle principali della Toscana.

All’iniziativa era presente anche il segretario regionale, Marco Barzanti, che ha sottolineato che “adesso il Pci toscano è impegnato nel tentativo di presentarsi alle prossime elezioni regionali”, precisando però che “non sarà facile in quanto la legge elettorale toscana, voluta dal Pd,è assolutamente antidemocratica, tendendo ad escludere dalla competizione elettorale i partiti minori, sia perché sono sottoposti a una complicata e quasi impossibile raccolta delle firme, sia perché esistono incredibilmente sbarramenti incredibilmente alti per accedere in Consiglio regionale”.

All’incontro con Alboresi, dove il coro Novecento di Fiesole si è esibito in canti antifascisti e della Resistenza italiana, ha partecipato un centinaio di persone, che hanno preso parte anche a una cena sociale, oltre ai dirigenti regionali del partiti ed a diversi segretari di federazione, tra cui quella pisana Michele Grecu e quella livornese Luigi Moggia.

Foto del profilo di Redazione

About Redazione,