Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

29 Settembre 2020

Festa del cinema di Roma, un programma allettante


(Donatella Nesti) Roma – Un bel programma quello di quest’anno che avrà luogo, come ogni anno, all’Auditorium Parco della Musica dal 13 ottobre, cioè da ieri, fino al 23 prossimo ottobre, ma la Festa coinvolgerà numerosi altri luoghi della Capitale: si partirà dal Villaggio del Cinema – nel quale sarà allestita una tensostruttura di circa ottocento posti – e si arriverà alle sale in città, dal centro alla periferia. La Festa avrà inoltre luogo presso le strutture culturali più importanti della Capitale e disporrà di uno speciale red carpet in via Condotti. In tutto si vedranno 45 lavori divisi tra film e documentari provenienti da 26 paesi diversi. Le opera italiane in programma saranno in tutto quattro. Parliamo di “7 minuti” di Michele Placido, “Naples’44” di Francesco Patierno , “Maria per Roma” diretto da Karen Di Porto ed infine “Sole cuore amore” di Daniele Vicari. Tra le opere più attese spiccano cinque lungometraggi: The birth of a nation di Nate Parker (che riprende il titolo del celebre film di Griffith del 1915), Florence Foster Jenkins di Stephen Frears, Manchester by the sea di Kenneth Lonergan, Moonlight di Barry Jenkins e Afterimage di Andrzej Wajda, il grande regista polacco è scomparso proprio alla vigilia del presentazione del film. Oltre a un paio di documentari: Into the inferno che Werner Herzog ha ambientato in Antartide e Rolling Stones olè olè olè sul concerto che la storica band americana ha tenuto all’inizio dell’anno a L’Avana.
Tra i film più attesi è “Florence” la storia dell’ereditiera stonata Florence Foster Jenkins alla quale fu dedicato un altro film presentato alla Mostra di Venezia 2015 “Marguerite” del belga Xavier Giannoli con una bravissima Catherine Frot. Il regista ha scelto un’ambientazione diversa dall’originale storia di Florence Foster Jenkins, che in realtà aveva vissuto negli Stati Uniti negli anni Quaranta. Era una donna molto ricca, appassionata di musica e di opera lirica, tuttavia totalmente inconsapevole del fatto che la sua voce fosse così terribile. Il film è suggestivamente ambientato all‘inizio dell’epoca d’oro degli anni Venti non lontano da Parigi.
Nel film di Stephen Frears l’ambientazione è quella originale e la storia appare più credibile grazie anche alla bravura dei protagonisti. La storia vera di una leggendaria ereditiera di New York è interpretata da una meravigliosa Meryl Streep che persegue ossessivamente il suo sogno di diventare un grande cantante anche se la voce della signora Jenkins è di fatto terribilmente stonata. Hugh Grant interpreta St. Clair Bayfield, marito e manager della donna, un attore e aristocratico inglese determinato a proteggere la sua amata Florence dalla dura verità, un compito che diventerà impossibile quando la moglie deciderà di dare un concerto pubblico alla prestigiosa Carnegie Hall. Il cast del film ambientato negli anni ’40 è completato da Rebecca Ferguson, Nina Arianda, John Kavanagh nei panni di Arturo Toscanini, David Haig, Christian McKay e Simon Helberg, musiche di Desplat, uscirà in Italia con il titolo ”Florence”. Interessante la notizia nel finale del film in cui si legge che la registrazione della Carnegie Hall è tuttora tra le più richieste.

locandina-florence-festa-roma