Vai a…

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

venerdì 20 Settembre 2019

Allarme sulla costa toscana per il superbatterio New Delhi, ma la situazione è sotto controllo


Livorno, 5 settembre 2019 – Allarme a Livorno e in tutta la costa toscana per il superbatterio che resiste agli antibiotici. Tutte le aziende sanitarie della Toscana sono state attivate per affrontare il fenomeno dell’imprevisto aumento di positività al batterio Ndm, acronimo di New Delhi metallo beta-lattamasi, rilevato tra la fine del 2018 e gli inizi del 2019 tra i pazienti di alcuni ospedali toscani. Particolarmente inteessata è l’area dell’azienda sanitaria Toscana nordovest, quella che inteessa anche la provincia livornese e la costa della Toscana.

Il batterio New Delhi è tra i più resistenti agli antibiotici. La Regione Toscana, cui dipendono le politiche sanitarie e la profilassi a livello regionale, informa che il fenomeno, anche se riguarda tutto il territorio toscano, sta interessando in particolare l’area dell’azienda sanitaria Toscana nordovest dove finora sono stati registrati circa 350 casi di pazienti portatori di batterio Ndm, dei quali 44 infetti con presenza confermata di batterio nel sangue. Alcuni decessi vengono tra l’alro attribuiti a questa casualità.

La Regione, al fine di circoscrivere e superare il fenomeno, ha varato un decreto con tutte le misure di monitoraggio ed intervento da attuare per contrastare il diffondersi del batterio. Grazie a tali misure e all’impegno del personale, fa sapere la Regione, il numero di pazienti portatori del batterio è ad oggi costantemente monitorato ed i pazienti affetti da Ndm sono seguiti con le necessarie precauzioni in modo da non permettere la diffusione del batterio stesso.


Foto del profilo di Redazione

About Redazione,