Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

27 Settembre 2020

Bufera alla Risi’atori, squalificato l’armo del Venezia


Livorno, 14 giugno. Bufera alla Risi’atori. L’armo della Venezia, vincitore della gara remiera del 4 giugno scorso, è stato squalificato dal Comitato Organizzatore per alcune anomalie sull’imbarcazione, in particolare ai supporti dei sedili (1,4 centimetri). L’annuncio della decisione nella mattinata di oggi da parte del presidente Paolo Cantini, con Ferdinando Malacarne e il presidente della commissione tecnica Giancarlo Mariotti. Anche altre tre cantine sono state colpite dal provvedimento sempre lo stesso problema ai sedili: Salviano, San Jacopo e Ardenza. C’è da tener presente che prima della gara le imbarcazioni erano state visionate e ritenute idonee dalla stessa commissione tecnica, come ha sostenuto il presidente del Venezia Angiolo Lorenzini, che rivendica la correttezza, quindi imbarcazioni non manomesse, ma ormai vetuste e soggette a mutamenti. Le quattro imbarcazioni sarebbero state retrocesse all’ultimo posto e il Borgo, secondo arrivato, al primo. Il responsabile del Palio Marinaro, Maurizio Quercioli, da parte sua ha messo in dubbio l’operato del comitato organizzatore. In merito alla decisione del comitato organizzatore Andrea Morini, assessore allo Sport, a nome del Car, comitato delle attività remiere, di cui è presidente, in un comunicato, puntualizza la situazione e nega qualsiasi manomissione.
“Il Car – si afferma nella nota – riunitosi d’urgenza, a seguito delle decisioni prese del Comitato Organizzatore della Coppa Risi’atori, ha esaminato gli atti relativi alla gara tenutasi il 4 giugno. Ha perciò esaminato gli atti relativi alla gara, in particolare ai verbali redatti dalla giuria dello UISP da cui si rileva che la gara si è tenuta in modo del tutto regolare. La Commissione Tecnica, responsabile anche del controllo delle imbarcazioni, non ha individuato alcuna difformità o manomissione. Il Car ha dunque appreso con sorpresa delle dichiarazioni apparse sulla stampa con le quali il comitato organizzatore della Risia’tori annuncia decisioni non di propria competenza. I comitati organizzatori delle gare remiere hanno approvato all’unanimità, all’interno del Car, le Carte Remiere, le regole che disciplinano ogni aspetto delle manifestazioni. Il Comitato Organizzatore della Risia’tori, con il suo comportamento, non ha rispettato quanto deciso e sancito nelle Carte. Per questo il Car diffida il Comitato Organizzatore da tenere tale comportamento e chiede agli organi di giustizia di avviare le procedure necessarie. Auspichiamo infine che la Coppa Barontini possa tenersi in un clima di sana competizione perchè le cantine niente hanno a che vedere con questo spiacevole incidente”.
Un invito alla serenità anche in vista delle prossime gare remiere.