Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

29 Settembre 2020

Come gestire i piccioni a Livorno? Ci pensa il Comune con un corso


Livorno – novembre. Come fare a gestire l’invadenza sempre più insistente dei piccioni in città? Il problema è urgente e immediato per le proporzioni che sta assumendo sempre di più, anche perché la convivenza con questi volatili si è fatta difficile per la loro notevole proliferazione in centro e in periferia. Il Comune ha intrapreso pertanto un percorso con la LIPU, Lega Italiana Protezione Uccelli, che dagli anni Novanta studia il fenomeno e ha indicato le linee-guida, per contenere la massiccia presenza dei volatili nel rispetto della biodiversità urbana, informandone con uno specifico programma formativo, cittadini e amministratori pubblici. Nell’ambito di questo programma, il Comune ha organizzato per domani, venerdì 25 novembre, un corso di formazione che sarà tenuto dal dottor Marco Dinetti, responsabile nazionale Ecologia Urbana della LIPU.
L’iniziativa si terrà, domani, venerdì 25 novembre, nella sala corsi degli uffici comunali di via Marradi 118 (primo piano) dalle ore 9 alle ore 11 ed è rivolta principalmente agli appartenenti all’ordine degli ingegneri, degli architetti, degli agronomi, al collegio geometri, servizio forestale, polizia provinciale, vigili del fuoco, Autorità Portuale, Camera di Commercio, distaccamento Regione Toscana, amministratori di condominio. Sarà realizzato pertanto uno specifico programma formativo rivolto agli operatori. I piccioni infatti un tempo erano visti come graditi ospiti (in particolare dai bambini) in grado di portare un po’ di “natura” nelle piazze e nei centri storici, oggi invece sono percepiti come fonte di sporcizia, di degrado (in particolare per statue e monumenti storici) e addirittura di rischi sanitari.
Per queste ragioni, il piccione è comunemente definito una “specie problematica”, ovvero una di quelle specie che interferiscono in modo critico con attività e interessi umani, facendo discutere cittadini e amministratori pubblici circa le interazioni tra questa specie e l’ambiente urbano.
L’obiettivo è quello di individuare una corretta politica per la gestione delle popolazioni di piccioni in città, anche con programmi di monitoraggio, azioni di gestione, atti amministrativi e iniziative di informazione per la cittadinanza sugli approcci opportuni per giungere ad una migliore convivenza tra esseri umani e “altri animali”.