Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

29 Settembre 2020

Alloggi Erp a Livorno, Comune e Casalp contro la morosità


Livorno, settembre. Ammonta esattamente a 12 milioni 435.864 euro l’importo totale per il mancato pagamento del canone di affitto degli alloggi ERP da parte di 1.322 assegnatari. Sono soldi che si riflettono sulle casse pubbliche e che non possono essere impiegati per interventi sul patrimonio immobiliare.
Questi i numeri del rapporto degli uffici competenti comunicati al sindaco e all’assessore al sociale e politiche abitative, che provengono dal lavoro congiunto dell’Ufficio Casa del Comune e da Casalp, dopo la creazione di una task-force tecnica e permanente per gli accertamenti di legge. “E’ un fenomeno inaccettabile e in preoccupante crescita. Prima delle lettere esecutive proporremo però un piano di ammortamento e verificheremo le cosiddette morosità incolpevoli – ha commentato l’assessore Ina Dhimgjini. Tutto ciò non vuole rappresentare un’azione di repressione, ma di giustizia sociale e di tutela del bene pubblico e dei cittadini in regola. Per questo in tutti quei casi di morosità colpevole superiore a sei mesi, come la legge prevede, ci sarà o un piano di rientro economico concordato o la lettera esecutiva di decadenza dall’assegnazione. In città abbiamo numerosissime famiglie davvero bisognose, quindi non possiamo permettere situazioni come queste. Parliamo di soldi pubblici, indispensabili alla manutenzione degli alloggi, che ne hanno un bisogno urgente e immediato, com’è sotto gli occhi di tutti.”
In questi giorni saranno inviate le prime informative alle famiglie con i redditi più alti, che si può presupporre non abbiano motivi validi per il mancato pagamento del canone di affitto. Contemporaneamente saranno analizzate nel dettaglio tutte quelle situazioni in cui invece, gli assegnatari morosi non sono stati in grado, per ragioni oggettive e documentabili, fino ad oggi di pagare il canone mensile.
Casalp insieme alla prossima bolletta invierà quindi una lettera che invita le famiglie morose a sanare la propria posizione debitoria, proponendo un piano di ammortamento a rate. Soltanto dopo la loro eventuale mancata regolarizzazione, saranno inviati gli avvisi definitivi di decadenza dall’assegnazione dell’alloggio.