Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

4 Agosto 2021

Coronavirus a Livorno, Cepparello: “La sanificazione viene fatta per tutelare la salute”


(Simone Consigli) Livorno, 18 marzo 2020 – Esiste un dibattito sulla reale efficacia della sanificazione delle strade nel quadro delle misure adottate come profilassi per il contagio da coronavirus Covid-19. Il comune di Livorno porterà sicuramente a termine il primo ciclo di interventi in atto questa settimana fino a coprire l’intera area cittadina, poi saranno valutati i dati provenienti dagli altri comuni e sarà presa la decisione se ripetere l’operazione altre volte. Il prodotto usato per la sanificazione delle strade è la quamina, un disinfettante detergente a basi di sali di ammonio quaternario irrorato in soluzione con acqua 1 a 200.

Questi sono i dati forniti dall’assessore comunale Giovanna Cepparello con delega all’Ambiente: “Si tratta di un prodotto né tossico né irritante, diluito in una quantità minima ed irrorato in dosi per niente altissime. In questa fase la scelta è stata fatta per tutelare la salute pubblica”.

La sanificazione, oltre alle strade, sta interessando tutti gli arredi urbani che possono entrare in contatto con i cittadini. Si tratta delle pensiline delle fermate degli autobus, piuttosto che delle panchine e dei cassonetti che sono stati tutti sanificati: “Una scelta dettata dal buon senso e un’azione che secondo noi migliora la città. Si tratta di una profilassi valida in prevenzione del coronavirus ma è un’azione che secondo noi migliora la città e che rifaremo volentieri sempre cercando di capire come si comportano mano a mano gli altri comuni per poi valutare meglio”.

La Cepparello interviene anche sull’impatto ambientale che potrebbe avere l’intervento di sanificazione: “La quamina è un prodotto paragonabile al sapone di Marsiglia. Questo non vuol dire che, come tutti gli altri tipi di prodotti che può avere la gente a casa, non sia almeno un po’ inquinante, ma una minima igienizzazione è necessaria e voglio che come in tutte le cose si valutino i pro ed i contro. E’ una pulizia che serve a priori e adesso con nessuno in giro è l’occasione giusta per farla”.

“Ci tengo a sottolineare”, conclude la Cepparello, “che il fatto che si igienizzi tutta la città non vuol dire che debba calare la priorità e l’attenzione per le norme valide e riconosciute per evitare il contagio, ovvero non bisogna di smettere di lavarsi le mani dopo essere stati fuori di casa”.

Per completare il quadro si registra l’intervento di Aamps, che sta materialmente operando per la sanificazione delle strade.

“Il prodotto è un detergente disinfettante concentrato efficace contro virus e batteri, non danneggia i materiali e non nuoce alla salute di persone o animali”, fanno sapere dall’ufficio stampa dell’azienda ambientale. “Il servizio sta svolgendosi regolarmente, anzi con maggior rapidità rispetto alle previsioni. Puntiamo di terminare interessando tutte le strade cittadine entro la fine di marzo”.