Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

29 Luglio 2021

Coronavirus a Livorno, Salvetti: “Inizia la settimana più difficile”


(Simone Consigli) Livorno, 8 marzo 2020 – Secondo i dati aggiornati a ieri, sabato 7 marzo, salgono a 5061 i contagi per Coronavirus in Italia, 1145 in più rispetto a venerdì. I morti sono 233. Nella notte il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha emanato un nuovo decreto che prevede l’estensione della “zona rossa” a tutta la Lombardia ed a altre 14 province.

Livorno e la Toscana hanno una criticità meno grave di questi territori e per stabilire la pericolosità del contagio nella nostra città sarà fondamentale la prossima settimana.

Il sindaco Luca Salvetti è intervenuto quest’oggi, domenica 8 marzo, con un video su Facebook per presentare il nuovo decreto che prevede misure più stringenti anche per le altre regioni italiane non incluse nei territori elencati.

“Ci sono novità e cambiamenti, la prossima settimana ci sarà il quadro più difficile”, questo è l’intervento del sindaco che lancia un appello ai giovani livornesi: “Vi chiedo per questa settimana di allentare la voglia di stare insieme e di divertirsi, perché è una cosa opportuna da fare e va fatta con grande comprensione e capacità di ragionare”.

Il sindaco per quest’intervento ha fatto riferimento ai gruppi di giovani che nel fine settimana si sono ritrovati nei loro classici ritrovi, via Cambini, il lungomare e la Venezia, in gruppi numerosi.

Nel suo comunicato inoltre il sindaco invita le persone a spostarsi il meno possibile e solo per necessità e di ottemperare a tutte le ordinanze “con il massimo della serenità”.

Con il nuovo decreto è prevista la sospensione generale di manifestazioni, eventi, spettacoli, cinema e teatri, in privato o in pubblico, la sospensione di attività quali pub, discoteche o assimilati, sale slot, bingo o sale scommesse, pena la sospensione dell’attività.

Chiude insieme a tutti gli altri musei anche il Museo di Villa Mimbelli, che fino ad oggi era rimasto aperto.

Per il mondo del lavoro viene consigliato dal sindaco il ricorso al “lavoro agile” come stabilito dalla legge, e si incentiva il ricorso, per i datori di lavoro, ai congedi ordinari e alle ferie.

In riferimento all’articolo 3 del decreto, il sindaco invita alla massima attenzione nella tutela dei nostri anziani, la categoria più fragile per il contagio da Coronavirus.

“Cambia qualcosa in maniera stringente”, chiude il sindaco. “La prossima settimana dobbiamo fare di tutto per restare in questa situazione”.

La nuova “zona rossa” disegnata dal decreto interessa tutta la Lombardia e le province di Modena, Parma, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini, Pesaro, Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbania Cusio Ossola, Vercelli, Padova, Treviso e Venezia.

La Regione Toscana dispone infine che chiunque provenga da queste zone e rientri nel territorio regionale, da oggi in poi, o da 14 giorni, ovvero dal 24 febbraio compreso, debba mettersi in autoisolamento e informare le autorità sanitarie.