Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

29 Settembre 2020

Una sala di rianimazione e terapia intensiva (foto d'archivio)

Coronavirus, altri tre decessi e cinque nuovi casi nel territorio della ex Usl


(Angela Simini) Livorno, 4 aprile 2020 – Tre nuovi decessi e cinque nuovi casi di coronavirus Covid-19 nel territorio della ex Usl 6. Una giornata, dunque, particolarmente drammatica. Ma andiamo con ordine.

Uno sguardo all’Italia sulla situazione coronavirus di oggi, sabato 4 aprile, con i dati diramati dalla Protezione civile e comunicati da Rai News 24.

Si parte, a livello nazionale, con un dato moderatamente positivo: 681 i decessi rispetto ai 766 di ieri, mentre aumenta il numero dei guariti, più 1238. In aumento anche il numero dei positivi, 2886 (si stanno facendo più tamponi, ndr) con un minor afflusso di casi in terapia intensiva, meno 74.

In aumento, purtroppo, il numero dei decessi di medici, 80 fino ad ora.

“Diminuiscono i ricoverati in terapia intensiva”, dice Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore della sanità, “ma non abbiamo scampato proprio nulla”. Anche Angelo Borrelli riconosce che la curva coronavirus decresce lievemente, dunque non si può cantar gloria.

Il ministro della Salute, Roberto Borrelli, richiama la popolazione all’ordine di “stare a casa”, perché “se non si sconfigge la battaglia contro il covid-19, non si può pensare ad una ripresa economica”. Nel complesso i sindaci si lamentano che c’è troppa gente per le strade e che in molti fanno la quarantena per strada, credendo che sia finito il contagio, ma non è così.

Da domani, domenica 5 aprile, ci saranno più controlli sulle strade ed ancora multe e denunce.

E veniamo adesso alla Toscana e alla provincia di Livorno con i dati di Toscana Notizie e con quelli dell’azienda Usl Toscana Nordovest.

Nell’area della ex Usl 6 si registrano tre nuovi decessi: due donne, una di 68 anni e una di 82, un uomo di 95 anni. A questo dato, decisamente negativo, si devono aggiungere cinque nuovi casi, quattro nel territorio di Livorno e uno nella Valdicecina e Valdicornia. Nessun caso, invece, è stato registrato all’isola d’Elba.

Sono invece 173 i nuovi casi positivi al coronavirus registrati in Toscana a ventiquattro ore dal precedente bollettino, analizzati nei laboratori toscani, 18 i nuovi decessi.

Continua a scendere il trend dei nuovi casi positivi (ieri erano stati 226, ndr). Diminuisce il numero dei decessi: 18, rispetto ai 22 di ieri. Così come diminuisce di 20 unità il numero dei ricoveri rispetto a ieri. Nelle terapie intensive si registra una diminuzione di due unità. Continuano ad aumentare, rispetto a ieri, i pazienti clinicamente guariti, più sette (da 216 a 223) e anche quelle virali, più tre, da 84 a 87.

Ad oggi sono dunque 5672 i contagiati dall’inizio dell’emergenza, 87 finora le guarigioni virali (i cosiddetti ‘negativizzati’, risultati negativi al test ripetuto per due volte a distanza di ventiquattrore, ndr), 223 le guarigioni cliniche (senza più sintomi ma non ancora ‘negativizzati’, ndr) e 308 i decessi. I casi attualmente positivi in cura rimangono dunque 5054. Spetterà in ogni caso all’Istituto superiore di sanità attribuire le morti al coronavirus.

Per quanto riguarda i ricoveri, a oggi sono in totale 1415 (ieri erano 1437, ndr) di cui 286 in terapia intensiva.

Questi i numeri che fotografano la situazione toscana sabato 4 aprile, così come sono stati trasmessi dall’assessorato al diritto alla Salute al Ministero della salute e da qui alla Protezione civile.

Solo nelle ultime ventiquattrore sono stati fatti 3426 tamponi. Questo aumento si deve al fatto che il numero di laboratori impegnati nel processare i tamponi è ancora salito. Attualmente i laboratori sono tredici: ai tre laboratori di microbiologia e virologia delle tre aziende ospedaliero universitarie di Careggi, Pisa e Siena, in funzione dall’inizio di febbraio, negli ultimi giorni se ne sono aggiunti infatti altri dieci.