Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

28 Settembre 2020

Una mascherina sanitaria (foto d'archivio)

Coronavirus, da lunedì 27 la distribuzione della mascherine solo in farmacia


Livorno, 26 aprile 2020 – A partire da domani, lunedì 27 aprile, arriveranno anche nelle circa cento farmacie della provincia di Livorno le nuove mascherine gratuite, confezionate in gran parte in Toscana, che saranno distribuite in pacchetti da cinque unità. Complessivamente, a partire da domani, ne verranno distribuite circa 2 milioni al giorno nelle circa mille 200 farmacie presenti sul territorio toscano. Si tratta di mascherine che si aggiungono a quelle già distribuite nei giorni scorsi nelle farmacie e nei supermercati. Da domani la distribuzione sarà solo nelle farmacie.

Lo ha annunciato il presidente della regione Toscana, Enrico Rossi, attraverso una nota pubblicata dall’agenzia Toscana Notizie.

“Vogliamo garantire ai cittadini toscani almeno una mascherina al giorno”, ha affermato Rossi. “Sappiamo che potrebbero crearsi ancora disagi ed assembramenti, occorrerà avere pazienza. Il mio consiglio potrebbe essere di dividersi a seconda dei cognomi. Faccio un appello alla calma e alla pazienza, non lasceremo nessuno da solo. I comuni intanto distribuiranno le mascherine ancora casa per casa soprattutto rivolgendosi alla popolazione più anziana, ai disabili ed a chi ha maggiore difficoltà a recarsi in farmacia. Può darsi che ci siano ancora fenomeni di esaurimento delle scorte nei primi giorni, ma non c’è motivo di avere ansia”.

“Le mascherine ormai sono prodotte per lo più in Toscana”, ha concluso il presidente Rossi. “C’è un sistema che riesce a garantire intorno a un milione e mezzo di mascherine di produzione propria al giorno, poi però queste mascherine devono essere messe in un sacchetto da cinque e c’è un ulteriore lavoro e poi devono essere consegnate nei tredici centri farmaceutici che a loro volta riforniscono le farmacie e che devono far fronte a un grosso flusso di mascherine, quindi potrebbero esserci dei ritardi”.