Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

29 Settembre 2020

Personale sanitario (foto tratta da Google Immagini)

Coronavirus, due nuovi casi nella ex Usl nel quadro di un calo complessivo dei contagi


(Angela Simini) Livorno, 7 aprile 2020 – Esiti migliori in tutta Italia, in base al bollettino di oggi, martedì 7 aprile, diramato dalla Protezione civile e comunicato da Rainews 24. Trend positivo anche in Toscana, secondo i dati rilevati da Toscana Notizie, e nell’area della ex Usl 6, grossomodo coincidenti con la provincia di Livorno, dove si sono registrati solo due nuovi casi, secondo quanto diffuso all’azienda Usl Toscana Nordovest. Ma sarà ugualmente una Pasqua a porte chiuse, senza riti e processioni!

Il bollettino della Protezione civile segnala che, rispetto alle ventiquattrore precedenti, è in calo il numero dei decessi: 604 (il 6 aprile 636 il 5 aprile 525, ndr), dei ricoverati in terapia intensiva: 106 in meno rispetto a ieri quando si è registrata una diminuzione di 74 unità. Calano anche i nuovi casi di 880 unità ed aumenta il numero dei guariti, in tutto 1555. Si conferma dunque un trend in calo, ma guardinghi restano i commenti degli addetti ai lavori.

Domenico Arcuri, commissario straordinario per l’emergenza Coronavirus dissuade da facili ottimismi: “Nessun “liberi tutti”, restate in casa, siamo anocora lontani dalla fine dell’epidemia. Al più siamo vicini a una fase di transizione, ma sarà una lunga transizione!”. Ha promesso che sono in arrivo 20 milioni di mascherine a settimana per il personale sanitario, in Italia, e ha annunciato che se ne stanno cercando altre, perciò ha invitato a denunciare chiunque cerchi di speculare sulle mascherine, assicurando che nessuna segnalazione resterà inevasa.

“Si conferma la diminuzione del trend di crescita dei contagiati, si registra oggi l’incremento dei casi più basso dal 10 marzo”, commenta Angelo Borrelli, capo della Protezione civile. “Ma siamo ancora lontani dal punto zero. Si resta in casa anche a Pasqua”.

Oggi, nella Giornata mondiale della salute, il presidente Sergio Mattarella, di fronte al desolante numero dei medici deceduti, complessivamente 94, e alle reticenze dell’Europa nell’adottare misure concordi, ha fatto appello al senso di responsabilità e di collaborazione universale: “Abbiamo forze per combattere il virus, ma niente possiamo fare senza l’umanità e il cuore di chi si impegna nella sanità. Bisogna superare i nazionalismi, i confini e collaborare tutti insieme mettendo in comune le ricerche e le risorse. Per curare il prossimo, il personale medico sanitario ci ha dato un grande esempio, fino al punto di dare la vita per gli altri”.

Ed ora guardiamo che cosa è successo in Toscana e nella zona livornese.

Secondo il bollettino di Toscana Notizie sono 172 i nuovi casi positivi al coronavirus Covid-19 registrati in Toscana ed analizzati nei laboratori toscani, 19 i nuovi decessi. In lieve aumento i nuovi casi positivi (ieri erano stati 154, ndr). Scende invece il numero di decessi. Come detto, sono 19 rispetto ai 25 di ieri. Diminuiscono sensibilmente inoltre sia i ricoveri ordinari, meno 29 rispetto a ieri, sia quelli in terapia intensiva, meno 16.

Questo il quadro dei decessi, riportati esattamente come sono stati comunicati: cinque decessi nel territorio dell’azienda sanitaria Toscana nord ovest, dieci nella Centro, quattro nella Sudest.

L’azienda Usl Toscana Nord Ovest premette che con la sua statistica l’Asl lavora sulla residenza delle persone ed incrocia vari dati legati ai pazienti mentre l’informazione in possesso della Regione, diffusa da Toscana Notizie, fa riferimento alla provincia di segnalazione.

Da qui la presenza di alcune piccole discrepanze tra il report regionale e quello aziendale, che vengono però riassorbite nel lungo periodo. Ne consegue che nell’area vasta dell’azienda Usl Toscana Nordovest, che comprende anche l’azienda ospedaliero-universitaria di Pisa, si sono registrati 110 nuovi casi positivi. Di questi, solo due nell’area della ex Usl 6, entrambi registrati nella zona di Livorno comprendenti anche i territori comunali di Collesalvetti e dell’isola di Capraia, oltre che del capoluogo Livorno, mentre nessun caso di è registrato nelle zone sanitarie delle Valli Etrusche (Valdicecina e Valdicornia, ndr) e dell’isola d’Elba.

Quanto ai decessi, infine, l’azienda Usl Toscana nordovest chiarisce che alcuni sono avvenuti nelle ultime ore e non erano presenti nel computo della Regione, che ne indicava cinque.