Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

26 Settembre 2020

Un reparto di terapia intensiva (foto d'archivio)

Coronavirus, due nuovi contagi in provincia di Livorno


(Angela Simini) Livorno, 1 maggio 2020 – In questo silenzioso e strano venerdì 1° maggio, senza le piazze, senza i cortei ed i canti dei lavoratori, ormai a riposo forzato da circa due mesi, possiamo constatare un calo di decessi e di ricoveri da Covid-19, fondamentale premessa per la ripartenza e la rinascita del Paese. La effettiva decrescita dei decessi in tutta Italia, 269, e in Toscana, 15, costituisce un dato confortante.

Per la provincia di Livorno, riportiamo i dati dell’agenzia regionale di stampa Toscana Notizie, report ufficiale della Regione Toscana, che rileva due nuovi contagi e nessun decesso, dati che non possiamo confrontare con il bollettino serale dell’Usl Toscana Nordovest che oggi non ci è pervenuto.

In Toscana dunque, secondo l’agenzia regionale d’informazione, si registrano dodici nuovi decessi, ieri 15, di cui quattro uomini ed otto donne con un’età media di 86 anni. Si riducono ancora le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid-19 che oggi sono complessivamente 644, ieri 672, 28 di meno, di cui 124, ieri 126, in terapia intensiva. Le persone complessivamente guarite salgono a 3218, 292 più di ieri, di cui 1274 sono “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche, mentre 1944, 342 più di ieri, sono quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali.

Decrescono i decessi in Italia, dove il bollettino della Protezione civile riporta 269 unità, ieri 285 decessi, per un totale di 28236. La curva del coronavirus Covid-19 scende di 1965 nuovi casi positivi fino ad un totale di 100943, ieri 101551 con una decrescita di 608 assistiti. Tra gli attualmente positivi, 1578 sono in cura presso le terapie intensive, con un calo di 116 unità rispetto a ieri. Trend in calo anche nei ricoveri, 17569, con 580 pazienti meno di ieri. Il numero complessivo dei dimessi e dei guariti sale invece a 78249, con un incremento di 2304 rispetto a ieri.