Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

19 Settembre 2020

Un reparto di terapia intensiva (foto di Norbert Kaiser libera da diritti tratta da English Wikipedia)

Coronavirus, nessun decesso e nuovi casi in calo nelle zone sanitarie della ex Usl


(Angela Simini) Livorno, 17 aprile 2020 – Incerta e con dati non omogenei si presenta oggi, venerdì 17 aprile, la situazione in Italia, dove si registra un aumento dei decessi ma anche un calo dei ricoveri in terapia intensiva per coronavirus Covid-19, mentre in Toscana il quadro è più favorevole con una diminuzione di decessi e di nuovi contagi. Il trend positivo si registra anche nelle zone sanitarie della ex Usl 6, oggi inserite nell’azienda di area vasta Toscana nordovest, dove non vi è nessun nuovo decesso.

I dati serali forniti dall’ufficio stampa dell’Usl Toscana Nord Ovest, per quanto riguarda Livorno, la Bassa Valdicecina con la Valdicornia e l’isola d’Elba, ovvero il territorio dell’ex azienda Usl 6, evidenziano cinque contagi, per l’esattezza quattro a Livorno e uno a Cecina, con nessun decesso. Ieri, invece, le vittime erano state due, una a Collesalvetti e l’altra a Cecina, con quattro nuovi casi.

Anche per la Regione Toscana, in provincia di Livorno, non vi è oggi nessun decesso. Per la Regione, però, i nuovi contagi sono dieci e non cinque. Ieri tuttavia la discrasia era stata notevole. Secondo la Regione, infatti, i nuovi casi erano stati cinquanta contro i quattro registati dall’azienda sanitaria Toscana nordovest.

Secondo l’agenzia Toscana Notizie, che diffonde il bollettino dalla Regione, su tutto il territorio toscano dimiuniscono oggi i decessi, 17 contro i 29 di ieri, così come i nuovi contagi. Il quadro regionale è rassicurante. I casi di positività al coronavirus, è vero, sono ad oggi 8110, ossia 167 in più rispetto a ieri, ma si riduce il numero delle persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid-19, 1105 contro le 1153 di ieri, di cui 207, contro i 230 di ieri, in terapia intensiva, dato più basso dal 23 marzo. Aumentano al contempo le guarigioni, 925 contro le 745 di ieri, mentre i “clinicamente guariti” sono 471 e 454 i guariti completamente. Sono inoltre saliti gli isolamenti domiciliari, oggi 5478.

L’agenzia Toscana Notizie trasmette i dati rilevati a mezzogiorno dalla Regione non in base alla provincia di residenza ma a quella in cui è stata eseguita la diagnosi. Per questo e per il diverso orario in cui vengono rilevati i dati regionali sono talvolta discordanti rispetto a quelli comunicati dalle tre aziende di area vasta.

Per quanto riguarda il bollettino della Toscana Nordovest, oggi nell’area vasta si sono registrati 42 casi positivi di contagio, contro i 49 di ieri. A questi, tra l’altro, bisogna aggiungere un ulteriore caso da attribuire ad altra azienda od altra regione per un totale di 43. I nuovi decessi registrati sono invece sei. In forte aumento, inoltre, le guarigioni, finora 158 (ieri 148, ndr) quelle virali, i cosiddetti “negativizzati”, 409 le guarigioni cliniche, per un totale di 567 guariti. Sono inoltre 8118 su tutto il territorio dell’area vasta coloro che stanno in isolamento domiciliare.

Per quanto riguarda i ricoveri per Covid-19 negli ospedali dell’area vasta Toscana nordovest, inoltre, essi sono ad oggi 267, ieri 238, di cui 55 in terapia intensiva.

Sul fronte nazionale, infine, la situazione è in un punto di stallo per l’aumento dei decessi, mentre altri fattori sono più confortanti, come emerge dai dati comunicati da Angelo Borrelli, capo della Protezione civile, nella conferenza stampa odierna. I decessi registrati oggi sono 575, contro i 526 di ieri, ma i nuovi contagi sono 355 contro i 1189 di ieri e nel frattempo continuano a diminuire i ricoveri in terapia intensiva, meno 174 unità, con 2563 i guariti, ben più dei 2072 di ieri, facendo registrare, su questo punto, il dato più alto dall’inizio dell’emergenza. I nuovi positivi sono invece 355.