Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

13 Maggio 2021

Un reparto di terapia intensiva (foto di Norbert Kaiser libera da diritti tratta da English Wikipedia)

Coronavirus, una vittima e nove nuovi casi nelle zone sanitarie della ex Usl


(Angela Simini) Livorno, 27 aprile 2020 – In questo lunedì 27 aprile, i dati relativi al coronavirus Covid-19, pur confermando una decrescita dell’epidemia nel Paese, indicano comunque che il virus è in circolo ed è ancora aggressivo. I decessi in Italia, pur restando al di sotto della media della settimana scorsa, tornano a salire, oggi 333, ieri 260, ieri l’altro 415. In Toscana siamo in una situazione di stallo, come pure nel territorio della ex Usl 6 comprendente la zona Livornese, la Bassa Val di Cecina con la Val di Cornia, l’isola d’Elba, dove complessivamente si registra un decesso e una decina di nuovi casi.

Nella provincia di Livorno, l’agenzia Toscana Notizie, report ufficiale della Regione, registra un decesso, ma nessun contagio, mentre l’azienda Usl Toscana Nordovest attribuisce all’area della ex Usl 6, oltre al decesso di un uomo di 92 anni, nove nuovi casi di cui sette nella zona Livornese, cinque a Livorno e due a Collesalvetti, e due nella Basssa Val di Cecina e Val Cornia, esattamente uno a Bibbona ed uno a Cecina, con nessuna nuova positività all’isola d’Elba.

Le discrepanze concernenti i dati odierni, oltre che alle diverse modalità utilizzate tra azienda Usl Nordovest e Regione e ai diversi orari in cui questi vengono rilevati, possono essere spiegate anche con il fatto che ieri e l’altro ieri l’Usl Nordovest non ha comunicato tutti i dati rilevati, che dunque sono stati resi noti nella giornata di oggi.

L’agenzia Toscana Notizie registra un basso numero di casi, 32 in più rispetto a ieri, a livello regionale, dove si riducono ancora le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid-19 che oggi sono complessivamente 825, dieci in meno di ieri, di cui 154 in terapia intensiva (meno quattro rispetto a ieri, ndr). Le persone complessivamente guarite salgono a 2401 (più 101 rispetto a ieri, ndr) di cui 1133 sono le persone “clinicamente guarite”, 15 persone in più rispetto a ieri, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 1268 (più 86 persone, ndr) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali.

Si registrano 17 nuovi decessi, ieri 18, sei uomini ed undici donne con un’età media di quasi 80 anni.

Nell’area vasta dell’azienda Usl Toscana Nordovest, nei tre giorni dal 23 al 26 aprile si sono registrati complessivamente 69 nuovi casi, di cui 35 relativi al 25 aprile, 23 al 26 aprile e 17 al 27 aprile, ai quali bisogna aggiungerne sei da attribuire ad altra azienda o ad altra Regione per un totale di 75.

Sul territorio dell’Asl Toscana nord ovest continua ad aumentare in maniera consistente il numero dei guariti. Si sono registrate finora 493 guarigioni virali, i cosiddetti “negativizzati”, e 904 guarigioni cliniche e si è quindi arrivati ad un totale di 1397 guariti. Sei, invece, i decessi, tra cui l’uomo di 92 anni di Livorno. Per quanto riguarda i ricoveri per Covid-19 negli ospedali dell’azienda Toscana Nordovest, invece, ad oggi sono in totale 173 di cui 40 in terapia intensiva. Sono inoltre in costante diminuzione, 5999, le persone in isolamento domiciliare su tutto il territorio Nordovest.

A livello nazionale, infine, il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli, ha rilevato dati confortevoli sulla decrescita dei casi positivi, oggi 1739 (290 meno di ieri, ndr). Secondo il bollettino della Protezione Civile, dimunuiscono i ricoveri in terapia intensiva, 1956, 53 meno di ieri, aumentano i guariti, che sono 1696. Purtroppo, dopo il dato di ieri, è invece salito il numero dei decessi, oggi pari a 333.