Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

2 Agosto 2021

Un lettino sanitario (foto libera da diritti tratta da Pixnio)

Coronavirus, una vittima e sette nuovi casi in provincia di Livorno


(Angela Simini) Livorno, 26 aprile 2020 – Notizie altalenanti per quel che riguarda il coronavirus Covid-19 a livello nazionale, regionale e locale nella giornata di oggi, domenica 26 aprile.

In Italia si segnala una decrescita sostanziale di decessi che scendono al livello più basso dalla metà dello scorso marzo, cioè a quota 260. Migliora la situazione sanitaria anche in Toscana. Nel territorio della ex Usl 6 comprendente la zona Livornese, la Bassa Val di Cecina con la Val di Cornia, l’isola d’Elba, invece, aumentano i nuovi contagi e si torna a registrare un decesso. La vittima è un uomo di 83 anni di Livorno.

Nell’area dell’ex Usl, l’agenzia Toscana Notizie, report ufficiale della Regione, registra sette nuovi contagi e un decesso, quest’ultimo confermato anche dal bollettino serale dell’Usl Toscana Nordovest, che oggi, come ieri, non ha effettuato il computo dei contagi. La vittima ed i sette contagi sono tutti rilevati in provincia di Livorno. La Regione, infatti, effettua i propri rilievi su tale base. Il territorio provinciale di Livorno rientra completamente all’interno dell’area della ex Usl 6 oggigiorno inglobata nell’area vasta sanitaria della Toscana Nordovest.

Secondo il bollettino regionale, in Toscana, aumentano i casi di positività al virus, per un totale di 9147 casi, 132 in più rispetto a ieri, a fronte però di una percentuale alta di tamponi, 1899 più di ieri, effettuati anche sul personale sanitario e sugli ospiti e sugli operatori delle case di riposo per anziani e di quelle per disabili. Soddisfacente è tuttavia il numero dei guariti, 2300, 191 più di ieri, di cui 1118 “clinicamente guariti”, 132 persone, più 13,4 per cento, mentre 1182, più 59, sono le persone, con un incremento del 5,3 per cento, dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo. Si riducono inoltre le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid, oggi 835, meno 18 di ieri, di cui 158 in terapia intensiva, otto meno rispetto a ieri, punto più basso raggiunto nelle terapie intensive dal 17 marzo 2020. Sono 5.234 le persone in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, 59 in meno di ieri. Rimane invece invariato, rispetto a ieri, il numero dei decessi, 18, dieci uomini ed otto donne, con un’età media di 83 anni.

L’Usl Nordovest (i dati di questa comprendono anche quelli dell’azienda ospedaliero-universitaria di Pisa, ndr) comunica che nell’area vasta continua ad aumentare in maniera consistente il numero dei guariti. Si sono registrate finora 428 guarigioni virali, i cosiddetti “negativizzati”, e 897 guarigioni cliniche, per un totale di 1325 guariti. Sul territorio della Nordovest si sono verificati quattro decessi, una donna e tre uomini, compreso quello di Livorno. Anche oggi, come ieri, l’azienda Usl Nordovest non ha diffuso i dati relativi ai nuovi casi. Dal monitoraggio giornaliero sono invece 6555, quindi in diminuzione, i positivi in isolamento domiciliare.

A livello nazionale, infine, il bollettino della Protezione civile evidenzia che i dati hanno fatto il salto di qualità. I decessi sono scesi a 260, dai 415 di eri e dai 420 del giorno prima, facendo registrare il dato più basso da metà marzo. Resta comunque ancora tragicamente alto il numero dei decessi giornalieri e del totale, 26644 persone. I guariti delle ultime ventiquattrore raggiungono le 1808 unità, mentre sono in decrescita i nuovi ricoveri, di cui 93 in meno in terapia intensiva.