Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

24 Settembre 2020

Un reparto di terapia intensiva (foto libera da diritti tratta da Commons Wikimedia)

Coronavirus, una vittima e tre nuovi casi nelle zone della ex Usl


(Angela Simini) Livorno, 4 maggio 2020 – Oggi, lunedì 4 maggio, primo giorno della Fase Due dell’emergenza Covid-19, i bollettini continuano a segnalare una seppur lenta decrescita del virus nel Paese, in Toscana e nel territorio dell’ex Usl 6 comprendente la Zona Livornese, l’Elba e le Valli Etrusche (Bassa Val di Cecina e Val di Cornia, ndr).

Purtroppo nella provincia di Livorno, sia l’agenzia d’informazione Toscana Notizie, report ufficiale della Regione Toscana, sia il bollettino serale dell’azienda Usl Toscana Nordovest, segnalano il decesso di una donna di 74 anni e due contagi a Livorno e un contagio all’Elba, quest’ultimo nel comune di Portoferraio. Nessun contagio o decesso nelle Valli Etrusche.

In Toscana, il report della Regione informa che ci son stati 38 nuovi contagi e nove decessi, cinque uomini e quattro donne, con un’età media di 82 anni. Sale il numero dei guariti di 1533 persone rispetto a ieri, fino a raggiungere 3441 unità, 78 in più. In diminuzione anche i ricoveri.

Nell’area vasta dell’azienda Toscana Nordovest, i cui dati comprendono anche quelli dell’azienda ospedaliero-universitaria di Pisa, oggi si sono registrati dodici nuovi casi positivi, compreso un caso da attribuire ad altra azienda o ad altra regione. Nell’area vasta della Nord Ovest si segnalano complessivamente tre decessi, compreso quello della donna di Livorno. Continuano ad aumentare i guariti fino a raggiungere una quota complessiva di 1949 persone.

Il bollettino della Protezione civile, infine, comunica che in Italia i soggetti positivi sono, per la prima volta da settimane, sotto quota centomila, per l’esattezza 99980. I nuovi contagiati sono oggi 1221, cifra leggermente inferiore ai guariti, 1225 . Anche i decessi, 195, seppur di poco aumentati rispetto a ieri, 174, si mantengono al di sotto della soglia delle duecento unità.