Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

27 Gennaio 2021

Un reparto di terapia intensiva (foto di Norbert Kaiser libera da diritti tratta da English Wikipedia)

Coronavirus, una vittima ed otto nuovi casi positivi nelle aree della ex Usl


(Angela Simini) Livorno, 2 maggio 2020 – Purtroppo oggi, sabato 2 maggio, tornano a salire i decessi per coronavirus Covid-19 nel Paese, ben 474, dopo che la curva era scesa nei giorni scorsi fino a toccare, ieri, quota 285. Notizia, questa, che non ci saremmo aspettati di dover dare. Migliore la situazione, invece, in Toscana e nei territori dell’ex Usl 6 comprendente la zona Livornese, l’Elba e le Valli Etrusche (Bassa Val di Cecina e Val di Cornia, ndr).

Per quanto riguarda la provincia di Livorno, l’agenzia Toscana Notizie, report ufficiale della Regione, segnala sei contagi, ieri due, ma purtroppo anche un decesso, mentre già da qualche giorno non si registravano decessi. Il bollettino serale dell’Usl Toscana Nordovest, che stasera comunica anche i dati del primo maggio senza differenziarli da quelli odierni, conferma il decesso di una donna di 88 anni a Rosignano Marittimo e comunica che ci sono stati sei contagi a Livorno e due a Rosignano Marittimo. In altre parole sono coinvolte le zone sanitarie del Livornese e della Bassa Val di Cecina con la Val di Cornia (le Valli Etrusche, ndr) mentre contagio e nessun decesso si registra all’Elba. La leggera discrepanza di dati, al di là dei diversi orari e delle diverse modalità di rilevazione di questi da parte della Regione e dell’azienda Usl Nordovest, in questo caso è da ricondursi anche al fatto che nelle cifre diffuse dalla Nordovest, oggi, sono ricompresi anche i dati relativi alla giornata di ieri.

In Toscana, secondo il report della Regione, sono nove i nuovi decessi, ieri dodici, così indicati: cinque uomini e quattro donne con un’età media di 85 anni.

Si riducono ancora le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid-19 che oggi sono complessivamente 637, sette meno di ieri, di cui 118 in terapia intensiva, sei meno di ieri. Le persone complessivamente guarite salgono a 3297, 79 più di ieri, di cui 1284 quelle “clinicamente guarite” , divenute cioè asintomatiche, mentre 2013, 69 più di ieri, sono quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo.

Il bollettino dell’azienda Usl Toscana nord ovest (i dati di questa comprendono anche l’azienda ospedaliero-universitaria Pisana, ndr) tra ieri ed oggi registra sessanta nuovi casi positivi, compresi i tre da attribuire ad altra azienda e ad altra regione.

Su tutto il teritorio dell’Usl Nordovest continua ad aumentare il numero dei guariti. Sono finora 795 i guariti virali, i cosiddetti “negativizzati”, mentre 1066 sono i guariti a tutti gli effetti, per un totale di 1861 guariti, ieri 1756. Nove i decessi in due giorni. Per quanto riguarda i ricoveri Covid-19, ad oggi negli ospedali dell’azienda Usl Nordovest sono 134, di cui 34 in terapia intensiva, mentre sono 5717 le persone in isolamento domiciliare.

In Italia, come abbiamo visto, il dato eclatante è costituito dalla crescita dei decessi, 474, che portano il totale a 28710, mentre prosegue il calo dei nuovi contagi. Tra gli attualmente positivi, 1539 sono in cura presso le terapie intensive con una decrescita di 39 pazienti rispetto a ieri, 17358 sono i ricoverati con sintomi, 212 meno di ieri. Invece 81808 sono in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi, 1665 i guariti. Il totale dei positivi al virus è 100704 con una decrescita di 239 persone rispetto a ieri.