Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

4 Giugno 2020

Un'immagine della Costa Diadema (foto libera da diritti tratta da Wikipedia)

Costa Diadema, un centro evoluto per le emergenze sul porto di Piombino


(Alex Turrini) Piombino, 3 aprile 2020 – Nella notte è stato realizzato un nuovo posto medico avanzato, più grande ed attrezzato del precedente, nelle aree del porto di Piombino, dove sono saliti a 164 i positivi al test sierologico effettuati sui passeggeri e sull’equipaggio della Costa Diadema. Solo per 15 persone, tuttavia, è stato necessario il tampone. Coloro ai quali verrà confermata la positività al coronavirus Covid-19 saranno trasferiti in alloggi sanitari dislocati nel territorio toscano.

Quella montata in nottata, secondo quanto informa l’agenzia d’informazione Toscana Notizie della Regione Toscana, è la centrale operativa Maxiemergenze della medesima Regione, che tiene sotto controllo la situazione della Costa Diadema, l’enorme nave da crociera da lunedì ancorata nel porto di Piombino con oltre mille 200 persone a bordo.

La struttura gonfiabile che costituisce il posto medico avanzato, che è stato sistemato sulla banchina a fianco della nave, è stata attrezzata a tempo di record. Le operazioni di allestimento sono state disposte dalla centrale regionale Maxiemergenze Cross (la centrale remota per le operazioni di soccorso sanitario, ndr) e sono state coordinate da Piero Paolini, referente regionale delle Maxiemergenze, nonché da Matteo Nocci, responsabile della centrale operativa Maxiemergenze, entrambi medici.

Soddisfazione è stata espressa dall’assessore regionale al Diritto alla salute, Stefania Saccardi, che dopo aver ringraziato le associazioni del volontariato che aiueranno a garantire l’apertura del presidio, ha affermato: “Si tratta del più grande presidio mobile esistente in Toscana e di uno dei più tecnologicamente avanzati in Italia”.