Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

16 Gennaio 2021

Don Roberto Angeli, ricordato a 40 anni dalla morte


(Mario Lorenzini) Livorno, 25 maggio 2018. Una data importante il 26 maggio. Quaranta anni fa lasciava il suo ministero di parroco Don Roberto Angeli. Lo abbiamo ricordato tempo fa questa data e oggi vogliamo ricordare Don Angeli riportando quanto scritto su Livorno 1938-1945, quaderno dlel’Archivio Diocesano.
Don Angeli si rivolge agli amici: “Carissimi scriviamo in questa domenica XV dopo Pentecoste fra allarmi e spari con davanti agli occhi la visione di corpi straziati e case crollate.Eppure il Vangelo di oggi è un tenero commosso invito di Dio alla speranza e alla serenità. Fra questi due poli di dolore e di speranza si svolge la nostra vita.E’l’ora delle tenebre”.
Da quel momento inizia la diretta attività di Don Angeli della Fuci e del Movimento Cristiano Sociale a favore di tutti i perseguitati e in particolare degli Ebrei, alcuni dei quali vennero nascosti e assistiti,ad altri si procurarono carte di identità false. Anche il padre di Don Angeli, Emilio, si prodigò molto a favore degli Ebrei facendo la spola fra Livorno, Firenze e Roma dove alcuni cattolici vicini al Vaticano fornivano aiuti in denaro e viveri. Domani, sabato 26 maggio, alle 18 sarà ricordato con la celebrazione di una messa nella chiesa di San Jacopo e con gli interventi di sacerdoti, che ne illustreranno vita e opere.
(Nella foto storica: Don Angeli, primo a destra, con Giovanni Gronchi, presidente della Repubblica al centro e monsignor Emilio Guano, vescovo di Livorno).