Vai a…

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

domenica 19 novembre 2017

Dopo nubifragio: prosegue il lavoro verso la normalità. Impiegati 400 volontari, 6 le aree di smaltimento rifiuti, per l’acqua tutto regolare


Livorno, 11 settembre. Nel secondo giorno di emergenza alluvione è tornato a riunirsi alle ore otto il briefing operativo, presenti il sindaco Nogarin, prefetto Anna Manzone e i rappresentanti delle forze dell’ordine e delle associazioni di volontariato che partecipano alle operazioni, in collegamento con il Dipartimento Nazionale della protezione Civile e quella Regionale. Lo comunica un comunicato del Comune, stilato da Claudia Mantellassi.
Mentre continuano le operazioni di ricerca dei dispersi in mare, si è fatto il punto sulla situazione delle infrastrutture in una città che, come ha sottolineato il sindaco, “con grande fatica e dolore sta cercando di rialzare la testa rispetto al dramma che l’ha sconvolta e ne ha completamente cambiato il volto”.
Raccolta rifiuti. Per consentire alla macchina dei soccorsi di lavorare al meglio al ripristino della situazione vi è stata una diversificazione rispetto alle aree di raccolta e stoccaggio del materiale dell’alluvione (carcasse auto, detriti degli alvei dei fiumi e materiale di risulta dell’abbattimento di muri). Il numero per le emergenze è 0586 824000
Come annunciato, alle due aree attivate fin da ieri col supporto dell’Ufficio Ambiente (nell’area di parcheggio di via Gioberti, nelle vicinanze della stazione ecologica della Rosa, e nel parcheggio di via del Littorale, vicino alla sede della proloco di Quercianella) a disposizione dei cittadini attraverso il supporto di volontari strutturati, ne sono state aggiunte altre 4. Si tratta delle aree allestire alla Stazione di Quercianella, ai tre ponti, in via di Montenero (prima di piazza delle Carrozze) e in via Peppino Impastato, nei pressi della rotatoria, dove i cittadini possono conferire i rifiuti anche direttamente.
Alle operazioni di smaltimento di tutte le aree concorrerà una task force di squadre con il supporto anche delle altre regioni. Al momento è in arrivo un contingente Folgore da Piacenza con uomini e mezzi.
Viabilità. La circolazione sta progressivamente tornando alla normalità, mentre si stanno studiando soluzioni per il ripristino almeno temporaneo dei quattro ponti crollati in modo da agevolare la circolazione ed evitare di non tagliare nessuno fuori dalla città.
Riaperta la linea ferroviaria, lungo i binari destro e sinistro, mentre si sta ripulendo il sottopasso della stazione, che al momento rimane chiuso.
Volontari. La macchina del volontariato si rafforza di ora in ora. Sono 400 le persone impegnate nell’emergenza provenienti dal sistema regionale e nazionale della Protezione Civile con il supporto di associazioni ed enti locali che potranno rispondere in maniera significativa al crescente numero delle richieste di intervento ai Vigili del Fuoco da parte della cittadinanza.
Rete elettrica. Il numero delle utenze che restano da allacciare da parte di Enel è sceso in queste ore a 550, concentrate soprattutto nelle zone più critiche. Si prevede in serata di riuscire ad abbassare significativamente il numero e restituire elettricità a tutti i cittadini.
Le zone più critiche rimangono Stagno, dove è concentrato il maggior numero di squadre di soccorso, e Collinaia dove molte abitazioni sono sommerse dal fango e si cerca di ripristinare almeno i camminamenti per poterle raggiungere.
Continuano i sopralluoghi nelle aree di massima criticità lungo i fiumi e sui ponti.
Approvvigionamento di acqua. Asa raccomanda di fare molta attenzione alle numerose notizie false che circolano in rete relativamente all’approvvigionamento di acqua e che potrebbero rallentare le attività di soccorso e ripristino.
Scuole. E’ in corso un sopralluogo della vicensindaco Stella Sorgente con i tecnici comunali per verificare le condizioni di tutte le strutture scolastiche e decidere se e quando aprirle dopo che ieri il sindaco aveva disposto la chiusura delle scuole pubbliche e private di ogni ordine e grado.
Alle 12 è prevista la visita del ministro Galletti in città che incontrerà sindaco e prefetto nella sede della Protezione civile, mentre alle 17 è in programma un nuovo briefing operativo.

Foto del profilo di Redazione

About Redazione,