Vai a…

COSTA OVEST E' UN PROGETTO SOCIALE
IL NOSTRO SCOPO E' FARE UN'INFORMAZIONE LIBERA ED EQUILIBRATA
NON PERCEPIAMO CONTRIBUTI PUBBLICI
OGNI ATTIVITA' A FAVORE DI COSTA OVEST E' DA INTENDERSI VOLONTARISTICA E GRATUITA

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

venerdì 22 febbraio 2019

Edicolanti, il 28 gennaio manifestazione a Roma


Roma, 26 gennaio 2019 – Le edicole sono in crisi. Sono sempre di più quelle che chiudono, con la conseguente perdita di molti posti di lavoro. Lo sviluppo delle piattaforme on-line, la riduzione del prezzo medio dei periodici, il cut-price (due riviste al prezzo di una, ndr), la politica dei prezzi super scontati degli abbonamenti ed altre iniziative editoriali, stanno causando un consistente abbattimento del guadagno per gli edicolanti italiani. Inoltre con la Fieg, la federazione degli editori, ci sono dei conflitti altissimi. L’accordo nazionale che regola i rapporti tra editori ed edicolanti, firmato nel 2005 e scaduto nel 2009, è inadeguato rispetto alla realtà attuale.

Per questi motivi, a cominciare dalla necessità di adeguare le percentuali di remunerazione degli edicolanti che sono ferme a più di quindici anni fa, il Sinagi, i sindacati dei giornalai, in primis il Sinagi affiliato all’Slc Cgil, lo Snag e Usiagi, hanno indetto una manifestazione nazionale a Roma per lunedì prossimo, 28 gennaio, ore 10, in piazza Montecitorio. Lo scopo non è solo rivendicare diritti ma anche far conoscere la crisi del settore all’opinione pubblica.

Foto del profilo di Redazione

About Redazione,