Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

27 Settembre 2020

Franchi, Provincia 2016 positivo, ma più stabilità


Livorno – gennaio. Il presidente della Provincia Alessandro Franchi ha illustrato alla stampa, a Palazzo Granducale (nella foto) l’attività dell’ente del 2016, alla vigilia dell’appuntamento di domenica, 8 gennaio, in cui si svolgeranno le elezioni per il rinnovo dei componenti del Consiglio Provinciale. Infatti a differenza del Presidente, che resta in carica 4 anni, il mandato amministrativo del Consiglio è di 2 anni.
“Una scadenza istituzionale molto importante – ha rimarcato Franchi – alla quale, come presidenti auspichiamo seguirà una necessaria revisione delle norme, non tanto per tornare al passato, quanto per ridare un quadro di certezza ad enti che sono rimasti di rango costituzionale e che devono avere risorse e norme per svolgere in maniera adeguata le loro funzioni”.
Le operazioni di voto si svolgeranno dalle ore 08.00 alle ore 20.00 nei seggi istituiti presso la Sala Consiliare di Palazzo Granducale (Piazza del Municipio n. 4 a Livorno) e la sede della Provincia all’Isola d’Elba (Viale Manzoni n. 11 a Portoferraio).
Sono state depositate tre liste: Centrodestra per la Provincia di Livorno, Assemblea Democratica e Partito Democratico. Tutte le informazioni sono pubblicate sul sito della Provincia nella sezione “Elezioni 2017”.
“Nonostante le difficoltà amministrative e finanziarie – ha detto il presidente – la Provincia è stata presente e ha portato avanti il proprio lavoro per garantire, in particolare, la sicurezza delle strade e delle scuole del territorio. Ora è necessario che Governo e Parlamento concorrano a dare una nuova stabilità a questi enti che non possono rimanere in mezzo a un guado perenne”.
E’ questo, in estrema sintesi, l’aspetto centrale del resoconto sulle attività del 2016. L’anno appena trascorso è stato quello in cui è andata a regime la riforma delle Province, varata nel 2014 con la legge Delrio, e che è stata accompagnata dalla legge regionale che ha riordinato le competenze, con il passaggio alla Regione di importanti funzioni e relativo personale.
Leggi che anticipavano il quadro normativo post riforma costituzionale, “a cui si sono aggiunti i profondi tagli alle risorse – ha sottolineato Franchi – che solo quest’anno sono stati pari a circa 24 milioni di euro. Dopo l’esito del referendum è necessario un intervento del governo che riequilibri la situazione e metta in sicurezza i bilanci della Province, altrimenti, al di là anche del voto di dicembre, non saremo in grado di garantire nemmeno la normale attività di competenza”.
“Siamo riusciti a chiudere il bilancio preventivo 2016 con grande ritardo proprio per le difficoltà finanziarie – ha aggiunto il presidente – Ciononostante abbiamo impegnato tutte le risorse disponibili, utilizzando anche gli accantonamenti degli anni passati, rimasti inutilizzati per il problema dei vincoli e del patto di stabilità. Questo, grazie anche alle nuove norme per superamento del Patto, ci ha permesso di concludere una serie di interventi di grande importanza, di avviare numerose opere e mettere a gara, proprio negli ultimi giorni dell’anno, diversi lavori molto attesi dai comuni e dai cittadini, con un investimento totale di quasi 4 milioni di euro”.
Edilizia scolastica
Nel corso dell’anno si sono conclusi importanti interventi in diverse scuole: a Livorno, all’IPSIA Orlando (edifici Amministrativo e Cemento) e all’ITN Cappellini, lavori alle coperture, infissi, facciate e opere murarie varie per un totale complessivo rispettivamente di 850.000 euro e €. 368.000 euro; a Piombino (Sala polivalente per adeguamento alle normative vigenti dei locali da destinare a laboratorio di cucina per indirizzo Alberghiero enogastronomico, e impianti) circa 88.000 euro; a Portoferraio (impermeabilizzazione prefabbricato ISIS Cerboni), per 218.000 euro. Ammontano, inoltre, a 200.000 euro le risorse impegnate per interventi che hanno richiesto la procedura di somma urgenza e che hanno interessato diverse scuole su tutto il territorio.
A Rosignano i lavori di ampliamento dell’ITI Mattei ripartiranno a febbraio dopo l’approvazione della variante migliorativa al progetto (per cui è stata necessaria una perizia suppletiva) per rispondere alle richieste dall’Istituto relative alla realizzazione di due laboratori nella nuova struttura in prefabbricato. Costo complessivo dell’opera 1.400.000 euro
Indagini diagnostiche su soffitti e controsoffitti
Si sono concluse le rilevazioni diagnostiche strutturali e non strutturali che hanno interessato soffitti e controsoffitti di tutti i 46 edifici scolastici superiori per un costo di oltre 54.000 euro cofinanziato dal ministero.
La Provincia continua a monitorare la situazione e nel corso dell’anno sono stati fatti diversi interventi per la messa in sicurezza di porzioni di soffitti per un costo di complessivo di circa 30.000 euro (già comprese nelle somme urgenze).
Intanto, è iniziato un intervento parziale ma risolutivo che riguarda alcuni spazi dell’Istituto professionale Colombo di Livorno, per una spesa di circa 50.000 euro (con un contributo anche della Regione) e un altro intervento è iniziato anche al Marco Polo di Cecina per una spesa di 35.000 euro.
Procedure di gara in corso
Questi i progetti che saranno avviati nelle prossime settimane, dopo la conclusione delle procedure di appalto: lavori di manutenzione straordinaria alle tre sedi dell’Istituto Niccolini-Palli, a Livorno, per un totale complessivo di 457.000 euro. I lavori riguarderanno le coperture e l’impermeabilizzazione di terrazze, infissi e risanamento murario in Via E. Rossi, una porzione di copertura di via Goldoni e la facciata principale, cornicioni e cornici di via Maggi. Terzo lotto lavori adeguamento delle strutture scolastiche di Piombino e Portoferraio per la certificazione di prevenzione Incendi, per un costo totale di 198.000 euro. Lavori di manutenzione straordinaria all’IPSIA Alessandro Volta di Piombino, tra cui la sistemazione della copertura e degli infissi esterni, per un costo complessivo di circa 403.000 mila euro. Impianto ascensore all’IPSIA Solvay di Rosignano per un costo di 60.000 euro
Procedure di affidamento diretto in corso per interventi minori
Lavori di recupero parziale della facciata principale del Liceo Enriques per circa 25.000 euro; lavori di recupero parziale della facciata posteriore del ITC Vespucci per circa 29.000 euro; lavori di sistemazione delle aree verdi del Marco Polo e del Cattaneo di Cecina per 10.000 euro; lavori di manutenzione straordinaria istituti scolastici di Piombino per circa 10.000 euro.
Viabilità rete stradale provinciale e regionale
I Lavori di manutenzione ordinaria, svolti dagli operai provinciali e dalle imprese incaricate, sull’intera rete stradale provinciale (circa 510 km complessivi, comprese le strade regionali ed ex Anas) hanno visto un investimento complessivo di circa 1.333.000 euro. Le opere hanno riguardato il rifacimento dei manti stradali, la segnaletica orizzontale e verticale, la sistemazione e potatura del verde, il ripristino delle barriere di sicurezza e dei cedimenti del corpo stradale.
Con l’approvazione del bilancio 2016 l’Amministrazione Provinciale di Livorno ha potuto dare il via ad una serie di interventi che riguardano la manutenzione straordinaria delle strade di competenza. Lo stanziamento complessivo è di oltre 1.250.0000 euro di euro.
Tra le opere principali, di cui sono in corso le procedure di gara, figurano: il rifacimento di una porzione di SP4 via delle Sorgenti (188.000 euro), il ripristino dei molti tratti stradali, sia del continente che dell’isola d’Elba, dove si sono verificate frane (con una prima serie di opere per un stanziamento complessivo di 550.000 euro), interventi vari sulle strade regionali SR 206 e 398 (oltre 400.000 euro).
Si aggiungono poi, altri 1.650.000 euro già in bilancio per importanti interventi come la rotatoria di Via della Torre, il ripristino della pavimentazione della SP 39 tra Venturina e San Vincenzo, la sistemazione della SP 10 via Traversa livornese, la rotatoria all’intersezione tra la SRT 398 e via della Monaca, a Venturina, i cui lavori inizieranno a breve.
Inoltre, per far fronte alle situazioni di maggiore urgenza, sono stati stanziati circa 500.000 euro suddivisi in parti uguali tra i tre distretti della rete stradale della Provincia (area Nord, area Sud, Elba). I lavori, in corso e in parte già ultimati, riguardano la sistemazione dei manti stradali, taglio dell’erba ed abbattimento di piante pericolanti, nonché ripristino di guardrail e segnaletica stradale deteriorata.
Firenze-Pisa-Livorno
Il Consiglio Provinciale, nell’ultima seduta, ha approvato l’accordo che regolamenta il cofinanziamento dell’intervento di ripristino della frana in corrispondenza della rampa di ingresso al porto della SGC Fi-Pi-Li, in località Quaglierini. Il documento impegna la Provincia a trasferire alla Regione, subentrata nella competenza attuativa dell’opera, la propria quota parte di 1 milione di euro. L’accordo prevede il trasferimento delle somme nel 2017, ma consentirà da subito alla Regione di avviare le procedure di appalto dei lavori.
Assistenza agli studenti disabili
“Anche nell’ambito dell’assistenza agli studenti disabili – ha detto il presidente Franchi – siamo riusciti a coprire la quasi totalità delle richieste pervenute dalle scuole, con uno stanziamento totale di oltre 600.000 euro. Per l’anno scolastico 2016-17, infatti, la Provincia ha mantenuto invariate le proprie risorse, pari a 100.000 euro, alle quali si sono aggiunti circa 380.000 euro del MIUR, come risorse aggiuntive e 140.000 euro della Regione”.
Gli studenti assistiti sono 182 per un fabbisogno di oltre 1200 ore settimanali. La parte più rilevante dei finanziamenti, oltre 500.000 euro, è destinata a garantire l’assistenza per l’autonomia, mentre circa 90.000 euro vanno a copertura delle spese di trasporto.
Trasporto pubblico
L’altra importante funzione che ha visto un forte impegno della Provincia è quella relativa al trasporto pubblico locale. “Nell’ambito delle funzioni di programmazione e pianificazione del TPL – ha evidenziato Franchi – è stata di recente approvata dal Consiglio Provinciale la Convenzione bilaterale con i comuni per gestione associata TPL che assume un carattere fortemente innovativo nel panorama regionale sia per la durata, portata a 5 anni, sia perché si tratta di una convenzione-ponte che servirà a traguardare l’attuale sistema, senza soluzione di continuità nei servizi, verso il successivo regime a gestore unico”.
Un risultato molto importante perché aiuterà a garantire un percorso condiviso con tutti i comuni del bacino di competenza, finalizzato a mantenere la sostenibilità della rete dei servizi, con un rafforzamento del ruolo della Provincia come ente di programmazione e pianificazione della mobilità di area vasta dell’intero bacino.
” E’ importante sottolineare – ha detto il presidente – che, in attesa che si concluda la procedura di gara regionale, sia i Comuni sia la Provincia hanno confermato le risorse proprie, già in essere nel 2016 per il trasporto urbano ed extraurbano, e questo anche a scapito degli eventuali risparmi che gli enti avrebbero potuto avere con la nuova gestione unica. Un segnale di attenzione al territorio e all’ esigenza di garantire la salvaguardia dei servizi e delle utenze deboli”.
L’adesione dei Comuni alla Convenzione favorisce, inoltre, la loro partecipazione a progetti finanziati con fondi dell’Unione europea, nazionali e regionali, nel settore della mobilità e dei trasporti.
Il presidente ha, poi, ricordato le altre attività che hanno visto la Provincia nel ruolo di capofila nella proposizione di servizi innovativi e sperimentali anche nell’ottica del miglioramento della mobilità urbana.
Microlotto (servizi aree ad utenza debole, trenini turistici, mobilità disabili, etc.)
Oltre a Provincia i Comuni coinvolti sono: Bibbona, Castagneto, Cecina, Rosignano, per un totale di risorse investite pari a circa 430.000 euro. L’obiettivo è stato quello di potenziare i servizi avviati con i progetti Perla e I-Perla: incremento dei finanziamenti (nel 2016 la Provincia ha aggiunto 60.000 portando l’investimento a 257.000 euro); unificazione delle tariffe su tutti i territori; acquisto nuovi mezzi (bus per Capraia) e ampliamento della capienza dei trenini su gomma, ampliamento dei servizi con introduzione di nuove linee (e il servizio a chiamata a Bolgheri).
Trenini di Natale
Sempre nell’ambito della sperimentazione di servizi TPL innovativi, quest’anno è stato avviato un nuovo servizio, attivo limitatamente al periodo natalizio nei comuni di Livorno e Cecina, con l’utilizzo dei trenini su gomma. Con una spesa aggiuntiva di 18.000 euro sono stati individuati dei percorsi aggiuntivi che hanno consentito di collegare le aree commerciali del centro città, al costo di un normale biglietto di linea.
Car Sharing
Con il progetto europeo I-No Far Access, è stato avviato il nuovo servizio di car sharing, rivolto agli utenti che lavorano in zone non servite dalle linee di trasporto pubblico tradizionali (come quella industriale di Guasticce) ai quali la Provincia mette a disposizione tre auto, ognuna con una capienza massima di 5 passeggeri compreso l’autista, per i percorsi casa-lavoro su tragitti controllati e definiti in precedenza. Il servizio è erogato mediante pagamento di un abbonamento periodico.
Sistema di controllo stalli per disabili
Sempre con il progetto europeo I-No Far Access è stato realizzato un nuovo Sistema tecnologico per il telecontrollo delle aree di sosta riservate ai disabili. Completate le opere di implementazione tecnologica, è in via di attivazione la fase di coinvolgimento delle associazioni per la consegna dei dispositivi da intallare sulle auto dei disabili. Il progetto coinvolge i comuni di Rosignano, Piombino e Portoferraio (dove sono già stati collegati tutti gli stalli presenti nelle strade cittadine), Cecina (in via sperimentale su una decina di stalli) e Livorno (il sistema sarà collegato successivamente alla fase di riorganizzazione delle aree di sosta già prevista dal’amministrazione comunale).