Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

21 Settembre 2020

Il Cisternino di città avrà la sua bussola con vetrata


Livorno 23 giugno. Continua l’opera di recupero del Cisternino di città: la Giunta Nogarin ha approvato il progetto definitivo della Bussola che verrà posta all’ingresso dello storico edificio di piazza Guerrazzi.
“La nuova bussola – ha spiegato l’assessore Alessandro Aurigi – risponde sostanzialmente a due funzioni. Prima di tutto quella di rendere ben visibile dall’esterno l’ingresso alla struttura con questo nuovo volume vetrato che esteticamente conferisce all’immobile un sicuro valore aggiunto. Ma la doppia porta garantirà anche un miglioramento del confort termico ambientale di tutta l’entrata e della prima accoglienza. Quest’opera di ottimizzazione funzionale si inserisce fra gli interventi di miglioramento complessivo dell’intero progetto di recupero del Cisternino che l’amministrazione ha tanto voluto e che finalmente sarà presto reso fruibile alla cittadinanza”.
La bussola sarà posizionata sul lato che si affaccia in Largo del Cisternino, al posto dell’ultimo portone verso piazza della Repubblica. In questo ambiente di accoglienza sarà organizzato infatti il “front desk” e un totem informativo, in modo da rendere subito evidenti a chi entra i differenti ambienti e la loro funzione.
La bussola è di tipo “facciata continua”, con profili di acciaio zincato e verniciato, che garantisce la lunga durata nel tempo ed è dotata di una vetrata “stratificata” ottimizzata dal punto di vista acustico e di sicurezza. La porta invece è ad apertura automatica scorrevole, con sensori infrarossi.
Infine il progetto prevede anche una serranda di sicurezza, elettricamente avvolgibile, che sarà posizionata tra la bussola e la controporta, integrata con la porta interna in modo da essere durante il giorno praticamente invisibile.
“Quest’opera – ha aggiunto la vicesindaco Stella Sorgente – è un ulteriore tassello del progetto di recupero del Cisternino che auspichiamo possa essere reso fruibile alla cittadinanza nel minor tempo possibile. Il nostro obiettivo finale é quello di creare un laboratorio di co-gestione e co-progettazione in un’ottica di collaborazione e sussidiarietà fra cittadini e l’Amministrazione”.