Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

26 Gennaio 2021

Il Livorno mette paura al Lecce ma poi cede alla distanza, 3 a 2


(Ercole De Santi) Lecce – Un Livorno a cui non si può rimproverare nulla o quasi, se non forse l’avere speso molte energie quando ha dovuto giocare in dieci contro undici per tutto il secondo tempo, finisce addirittura in nove ed esce battuto, immeritatamente, dal campo del Lecce.

Gli amaranto hanno chiuso il primo tempo in vantaggio addirittura di due reti, dopo i colpi messi a segno da Bogdan e Diamanti, ma nella ripresa l’espulsione di Fazzi dopo neanche venti minuti ha cambiato volto alla gara, concedendo ai padroni di casa l’uomo in più con cui hanno potuto fare la partita. Il Livorno ha speso molto. Lamantia è andato in gol poco dopo ed Arrigoni ha raggiunto il pari a una decina di minuti, o poco più, dalla fine della gara, recupero compreso. E lì, forse, la squadra di Breda non è stata brava a gestire l’opportunità che comunque aveva. Invece di spazzare palloni in tribuna, la squadra amaranto ha continuato a giocare a calcio, da pari a pari, nonostante l’inferiorità numerica e la stanchezza. Così, in pieno recupero, è stata ulteriormente punita ancora da Lamantia. Diamanti, nell’occasione. è stato espulso per le vivaci proteste contro l’arbitro Massimi, che certamente ha influito molto sul risultato.

Al Livorno, in ogni caso, non può essere rimproverato nulla di sostanziale, se non forse, come detto, l’avere speso molte energie nella ripresa e non avere buttato qualche pallone in più fuori dal rettangolo di gioco. Ma la squadra, nonostante la sconfitta, ha fatto vedere di che pasta è fatta e che può giocarsi fino in fondo le proprie chance di salvezza.

Lecce-Livorno 3-2 (0-2)

Lecce: Vigorito; Venuti, Marino, Meccariello, Calderoni; Arrigoni, Tachtsidis ((39′ st Haye), Tabanelli (1′ st Tumminello); Falco; La Mantia, Palombi (39′ st Saraniti). A disp. Bleve, Milli, Riccardi, Di Matteo, Cosenza, Felici, Fiamozzi. All. Liverani.

Livorno: Mazzoni (1′ st Zima), Gonnelli, Bogdan, Boben, Kupisz, Luci, Rocca (23′ st Eguelfi), Fazzi, Diamanti, Giannetti, Raicevic (13′ st Salzano). A disp. Crosta, Gasbarro, Valiani, Gori, Murillo, Somaouro, Porcino, Dumitru, Bardini, Canessa. All. Breda.

Arbitro: Massimi di Terni.

Reti: 30′ pt Bogdan, 36′ pt Diamanti, 15′ st Lamantia, 34′ st Arrigoni, 47′ st Lamantia.