Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

2 Luglio 2020

L'allenatore amaranto Antonio Filippini (foto tratta da Padova Sport)

Il Livorno onora la maglia ed espugna il sintetico della Juve Stabia, 2 a 3


(Sandro Petrone) Castellammare di Stabia, 26 giugno 2020 – Nl deserto dello stadio Menti il Livorno si aggiudica, con merito, la sfida con la Juve Stabia, 2 a 3, grazie a una prova di carattere e di grande determinazione. Il tecnico amaranto Filippini, che in avvio di ripresa, cambiando modulo, ha dato al Livorno un volto nuovo, è l’artefice di questa inaspettata vittoria. Ma bravi sono stati tutti, da Plizzari a Luci, da Agazzi ad Awua, da Marras a Boben, l’artefice del terzo e decisivo gol, passando per Marsura, Del Prato, Murilo e tutti gli altri.

Negli ultimi venti minuti, sul sintetico stabiese, la gara è stata contraddistinta da un certo nervosismo e da una girandola di cartellini gialli e rossi. Lo stesso Filippini è stato espulso e non potrà essere sulla panchina amaranto in occasione del prossimo impegno casalingo contro il Venezia. Ma nel complesso il Livorno ha giocato con grande dignità, onorando la maglia e alla fine chiudendo con il successo una prova da applausi.

Eppire le cose non si erano messe bene per la formazione di Filippini. Attorno al ventesim Calò aveva illuso i padroni di casa e difatti la Juve Stabia aveva chiuso in vantaggio la prima frazione di gioco. Ma nella ripresa prima Agazzi e poi Marras, in un paio di minuti, attorno al quarto d’ora, hanno ribaltato il punteggio. Cissé ha riportato i gialloblu sul risultato di parità a cinque minuti dalla fine, ma Boben, in pieno recupero, ha realizzato il gol che ha regalato al Livorno l’inaspettato successo.

Juve Stabia (4-3-1-2): Provedel; Fazio, Troest (33′ st Rossi), Allievi, Ricci; Addae, Calò, Calvano (14′ st Canotto); Bifulco (18′ st Elia); Cisse, Forte. A disp. Russo, Germoni, Tonucci, Vitiello, Buchel, Di Gennaro, Mallamo, Mastalli, Mezavilla, Di Mariano, Melara. All. Caserta.

Livorno (3-5-2, 4-4-2) Plizzari; Ruggiero (1′ st Marsura), Bogdan, Boben; Del Prato, Awua, Luci, Agazzi, Seck (10′ st Porcino); Ferrari (10′ st Braken), Marras (28′ st Murilo). A disp. Ricci, Neri, Morelli, Porcino, Coppola, Brignola, Mazzeo, Trovato All. Filippini.

Arbitro: Robilotta di Sala Consilina.

Reti: 21′ pt Calò (J), 13′ st Agazzi (L), 15′ st Marras, 40′ st Cisse (J), 47′ st Boben (L).

Note: gara disputata a porte chiuse per le misure di sicurezza sanitaria anti coronavirus Covid-19; ammoniti Ricci (J), Marras (L), Forte (J), Ruggiero (L), Cisse (J), Fazio (J), Calò (J); espulsi Porcino (L) e Ricci (J); espulsi dalla panchina Germoni (J) e Filippini (L).