Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

29 Luglio 2021

L'allenatore amaranto Antonio Filippini (foto tratta da Padova Sport)

Il Livorno onora la maglia ed espugna il sintetico della Juve Stabia, 2 a 3


(Sandro Petrone) Castellammare di Stabia, 26 giugno 2020 – Nl deserto dello stadio Menti il Livorno si aggiudica, con merito, la sfida con la Juve Stabia, 2 a 3, grazie a una prova di carattere e di grande determinazione. Il tecnico amaranto Filippini, che in avvio di ripresa, cambiando modulo, ha dato al Livorno un volto nuovo, è l’artefice di questa inaspettata vittoria. Ma bravi sono stati tutti, da Plizzari a Luci, da Agazzi ad Awua, da Marras a Boben, l’artefice del terzo e decisivo gol, passando per Marsura, Del Prato, Murilo e tutti gli altri.

Negli ultimi venti minuti, sul sintetico stabiese, la gara è stata contraddistinta da un certo nervosismo e da una girandola di cartellini gialli e rossi. Lo stesso Filippini è stato espulso e non potrà essere sulla panchina amaranto in occasione del prossimo impegno casalingo contro il Venezia. Ma nel complesso il Livorno ha giocato con grande dignità, onorando la maglia e alla fine chiudendo con il successo una prova da applausi.

Eppire le cose non si erano messe bene per la formazione di Filippini. Attorno al ventesim Calò aveva illuso i padroni di casa e difatti la Juve Stabia aveva chiuso in vantaggio la prima frazione di gioco. Ma nella ripresa prima Agazzi e poi Marras, in un paio di minuti, attorno al quarto d’ora, hanno ribaltato il punteggio. Cissé ha riportato i gialloblu sul risultato di parità a cinque minuti dalla fine, ma Boben, in pieno recupero, ha realizzato il gol che ha regalato al Livorno l’inaspettato successo.

Juve Stabia (4-3-1-2): Provedel; Fazio, Troest (33′ st Rossi), Allievi, Ricci; Addae, Calò, Calvano (14′ st Canotto); Bifulco (18′ st Elia); Cisse, Forte. A disp. Russo, Germoni, Tonucci, Vitiello, Buchel, Di Gennaro, Mallamo, Mastalli, Mezavilla, Di Mariano, Melara. All. Caserta.

Livorno (3-5-2, 4-4-2) Plizzari; Ruggiero (1′ st Marsura), Bogdan, Boben; Del Prato, Awua, Luci, Agazzi, Seck (10′ st Porcino); Ferrari (10′ st Braken), Marras (28′ st Murilo). A disp. Ricci, Neri, Morelli, Porcino, Coppola, Brignola, Mazzeo, Trovato All. Filippini.

Arbitro: Robilotta di Sala Consilina.

Reti: 21′ pt Calò (J), 13′ st Agazzi (L), 15′ st Marras, 40′ st Cisse (J), 47′ st Boben (L).

Note: gara disputata a porte chiuse per le misure di sicurezza sanitaria anti coronavirus Covid-19; ammoniti Ricci (J), Marras (L), Forte (J), Ruggiero (L), Cisse (J), Fazio (J), Calò (J); espulsi Porcino (L) e Ricci (J); espulsi dalla panchina Germoni (J) e Filippini (L).