Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

28 Gennaio 2022

La squadra del Livorno (foto Aprea)

Il Livorno va sotto ma soffre e vince in rimonta contro il generoso Certaldo, 2 a 1


(Luca Aprea) Livorno, 6 novembre 2021 – Il Livorno torna alla vittoria dopo il mezzo passo falso contro il Perignano, ma che sofferenza. All’Ardenza, nell’anticipo del sabato sera, gli amaranto faticano tantissimo per superare il fanalino di coda Certaldo che per più di un’ora tiene col fiato sospeso i 2mila fedelissimi presenti sui gradoni dello stadio Picchi. Nel Livorno, dopo oltre due anni, si rivede tra i pali Mazzoni al posto dello squalificato Pulidori. L’attacco, orfano di Vantaggiato, è composto da Bellazzini, Torromino e Ferretti.

Il Certaldo non ha nulla da perdere, parte subito aggressivo e con Martini va due volte vicino al gol. E al 10’ passa in vantaggio: l’arbitro Nannelli vede un tocco di mano di Ghinassi e indica il dischetto tra lo stupore degli increduli difensori livornesi. Dagli undici metri Baccini non trema e fa secco Mazzoni. L’avvio in salita viene accusato dai ragazzi di Buglio, già colpiti dai fatti di Santa Croce: la reazione del Livorno è tutta in un paio di spunti di Torromino e alcune situazioni create da palla inattiva. L’occasione più grande è un colpo di testa di Giampà che termina alto. Troppo poco. Il primo tempo finisce 1 a 0 per gli ospiti e nel gelo del Picchi cominciano a serpeggiare brutti pensieri.

Nella ripresa il Livorno entra con altro piglio, mette le tende nella metà campo avversaria, e pur senza entusiasmare, chiude all’angolo il Certaldo. E al 15’ arriva l’episodio che rimette in carreggiata gli amaranto. Franzoni viene steso in area e l’arbitro indica nuovamente il dischetto: Bellazzini non sbaglia e pareggia. Il Livorno, rinvigorito, ci crede. La pressione viene premiata al 31’ quando arriva la rete della vittoria con Ferretti, bravissimo ad arpionare un pallone vagante in area e fare secco Orsini. Il Certaldo barcolla ma il Livorno gli risparmia il colpo del ko, clamorosa l’occasione divorata nel finale da Ferretti solo davanti al portiere. Gli ultimi minuti sono convulsi (preoccupazione per Bellazzini, uscito malconcio) ma per fortuna non succede niente. Il Livorno soffre ma torna alla vittoria. E alla fine quello che conta è solo questo.

Livorno – Certaldo 2 a 1 (0 a 1)

Livorno (4-3-1-2): Mazzoni; Franzoni, Ghinassi, Giampà, Fontana (12′ st Pecchia); Nunzi (12′ st Durante), Gargiulo, Apolloni (21′ st Gelsi); Bellazzini (44′ st Giuliani); Torromino, Ferretti. A disp. Fontanelli, Milianti, Pulina, Frati. All. Buglio.

Certaldo (4-4-2): Orsini; Bandini (45′ st Biagini), Vecchiarelli, Pampalone, Razzanelli; Corsi (29′ st Cresti), Bernardini, Nuti (37′ st Dini), Kamberi; Baccini (13′ st Acatullo), Martini (26′ st Ulivieri). A disp. Di Furia, Orlandini, Adelucci, Borgognoni. All. Ramerini

Arbitro: Nannelli di Valdarno coadiuvato da Lumetta – Della Bartola di Pisa.

Note: serata fredda, forte vento di grecale, terreno in buone condizioni; spettatori 2688 spettatori (823 paganti, 1.865 abbonati); angoli 2 a 2; recuperi 1′ pt, 4′ st; ammoniti Giampà, Apolloni, Razzanelli; prima della gara è stato osservato un minuto di silenzio in memoria di Poerio Mascella, ex portiere amaranto recentemente scomparso.

Tags: ,