Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

30 Settembre 2020

Contro l’Isis il piano di Google


(Teo Martin) Londra, 13 settembre 2016 – Google ha messo a punto un piano per dissuadere, partendo dal web, l’espansione e il reclutamento dell’Isis. Si chiama Redirect Method ed è un programma messo a punto da Jigsaw, l’incubatore tecnologico di proprietà della società californiana. Esso utilizza una forma di pubblicità particolare, attraverso You Tube, per indirizzare le aspiranti reclute a contenuti che li allontanino dall’ideologia jihadista.
“L’idea è venuta dopo l’osservazione di tutto il materiale del Califfato che circola online”, spiega Yasmin Green, responsabile della ricerca e dello sviluppo di Jigsaw che è stata colpita dalla testimonianza di una ragazza di 13 anni di Londra che stava abbandonando la sua famiglia per lo Stato Islamico. “Mi ha detto che guardava delle foto online e le è sembrato di andare incontro ad una sorta di Disneyworld islamica. Nessuno di noi ha mai pensato questo dopo avere visto i media, ma era quello che invece pensava un adolescente”.
Da qui – come evidenzia l’agenzia Ansa – è sorta l’idea di questo programma, che punta a una sorta di “reindirizzamento” online e ad una controinformazione mirata per quelle persone più deboli e vulnerabili alla propaganda dell’Isis. In pratica, il software piazza dei messaggi pubblicitari, in arabo e in inglese, accanto ai risultati di ricerca e alle parole chiave che vengono inserite online più frequentemente dalle persone attratte dal Califfato.