Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

26 Gennaio 2021

Il Premio Capperuccio a Caterina Falleni


Livorno, 17 aprile. “Il prestigioso Premio Capperuccio quest’anno va a una persona molto giovane, una designer che spero sia di esempio a numerosi ragazzi – ha esordito il sindaco Filippo Nogarin durante la cerimonia di premiazione che si è svolta questa mattina nella sala cerimonie di Palazzo Comunale – e mi fa molto piacere che sia una velista, perché nella mia esistenza la vela ha avuto un ruolo molto importante. Mi fa inoltre piacere avere l’occasione per riflettere sul fatto che tutto può essere replicabile da una macchina, ma niente e nessuno potrà mai sostituire la creatività dell’uomo”.
Il riconoscimento, istituito dal Lions Club Livorno Porto Mediceo, che viene assegnato alla persona o all’istituzione che ha dato lustro alla città, quest’anno è stato consegnato a Caterina Falleni, giovane designer livornese che opera a San Francisco. Dopo la laurea in Design del Prodotto e della Comunicazione a Firenze, ha vinto una borsa di studio che le ha consentito l’accesso al Centro di Ricerche della NASA.
Il Premio è stato consegnato dal presidente del Lions Club Livorno Porto Mediceo, Laura Antico alla ventottenne Caterina, laureatasi giovanissima e da dieci anni già in grado di farsi apprezzare all’estero per la sua genialità, sottolineata anche nella motivazione del premio.
“Purezza nella forma e rispetto della natura – è scritto nella targa ricordo – I soci del Lions Club Livorno Porto Mediceo e del Club Satellite Livorno Meloria al giovane talento e brillante designer Caterina Fallerni, prima studiosa italiana ad aver vinto una prestigiosa borsa di studio al centro ricerca della NASA per l’innovativo progetto FREIJIS. Cresciuta tra gli scogli della sua Livorno e la passione per la barca a vela, ha saputo coniugare l’entusiasmo per la tecnologia alla semplicità della vita comune. Intelligenza e sensibilità, determinazione e leggerezza: queste le doti della giovane designer che non teme di sognare in grande, di osservare il mondo guardando avanti ma anche indietro, comparando idee antiche e tecnologia moderna. Curiosità, intelligenza, entusiasmo: i presupposti vincenti della genialità.”
Caterina fece parlare di lei la stampa specializzata internazionale sin dal 2013 quando con il suo progetto vinse una borsa di studio nel centro di ricerca Nasa. Lo scrisse anche il “Sole24h”. Prima della California, aveva già avuto esperienze all’estero: in Finlandia, con il programma Erasmus, poi a Rotterdam, con uno stage di quattro mesi in uno studio di design. Il progetto che le ha permesso di vincere si chiama Freijis, un frigorifero che funziona senza corrente. E’ il risultato dei 4 anni di studio presso l’Istituto superiore per le Industrie artistiche di Firenze. L’idea le è venuta in Africa studiando alcune strutture fatte con materiali porosi come il fango o la terracotta. Strutture che utilizzano il processo chiamato evaporative cooling, lo stesso per il quale la temperatura nel nostro corpo si abbassa nel momento in cui avviene la sudorazione. Caterina ha associato questa tecnologia a materiali che si chiamano Pcm. Ed è nato Freijis.
Il Premio Capperuccio è un riconoscimento che trae spunto dal mantello offerto da Ferdinando I a Bernardetto Borromei, primo Gonfaloniere di Livorno, il 19 marzo 1606 giorno in cui Livorno fu elevata al rango di città.