Vai a…

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

mercoledì 20 Novembre 2019

In uscita il libro su Beatrice Hastings, la ragazza dalla bocca piccola di Modì


(Simone Consigli) Livorno, 9 novembre 2019 – Beatrice Hastings, poetessa giornalista e scrittrice, fu una delle amanti di Amedeo Modigliani. La loro burrascosa relazione durò dal 1914 al 1916 e l’amata fu ritratta ben 14 volte da Modigliani che amava dipingerla con la bocca piccola e infantile, a causa dei continui litigi.

Della letterata inglese non resta niente di pubblico, solo i numerosi pamphlet per i quali scriveva. Dopo un attento lavoro di archivio, in occasione della mostra del centenario della morte di Modigliani, per la rassegna “Bentornato Dedo”, sarà presentato il primo lavoro di raccolta e di traduzione, in Italia e all’estero, delle opere di Beatrice Hastings, “In full revolt”.

Il libro, autoprodotto da Le Cicale Operose, sarà presentato ufficialmente il prossimo 30 gennaio nella Sala degli Specchi di villa Mimbelli. Nella giornata interverrano la curatrice del libro Maristella Diotaiuti del Caffè Le Cicale Operose, la storica dell’arte Maria Panzera, autrice di un capitolo del libro, e la traduttrice Matilde Cini. Saranno presenti alcune artiste che disegneranno schizzi con penna biro su cartoncino ispirati a Beatrice Hastings, che saranno donati al pubblico con l’acquisto di un libro.

Le storie di Beatrice Hastings e di Amedeo Modigliani si intrecciarono per la prima volta nel modesto bistrot italiano del quartiere Montparnasse, Chez Rosalia, dove Modì, cliente abituale, era solito guadagnarsi il desco e il vino pagando con le sue opere, pratica assai diffusa tra gli artisti maledetti del quartiere della Bohéme parigina. E’ un Modigliani ubriaco e con la barba lunga che appare per la prima volta alla Hastings, soprannominata “la Lady” per la sua aria maestosa e per il suo “caratterino”: “Non sapevo chi fosse, lo trovai brutto, feroce e ingordo”, dirà poi di Modigliani la Hastings, donna eccentrica, al tempo corrispondente del giornale socialista inglese The New Age e piena di talenti.

L’amore scoccò poco tempo dopo, al Cafè de la Rotonde, con Modigliani ancora una volta intento a vendere ritratti per 5 franchi, ma più curato, rasato e ben vestito. Beatrice Hastings non seppe resistere al fascino dell’artista livornese. Emily Alice Gail, questo il vero nome della Hastings, era bisessuale, attivista femminista, sostenitrice dell’abolizione della pena di morte e della riforma penale, fiera delle sue conquiste in tutti e due i sessi e discepola dell’occultista Helena Blavatsky, era anche un’ottima medium. Carattere ribelle e spirito fortemente libero, proprio questi furono i tratti che la portarono ad avere con Modigliani un rapporto intenso ma intriso di gelosie e litigi, anche pubblici.

I due vissero insieme per due anni e la Hastings in questo periodo fu accusata di portare Modigliani sull’orlo della perdizione, dell’alcolismo e delle droghe. In sua discolpa la scrittrice redasse un racconto sotto lo pseudonimo di Minnie Pinnikin in cui ricostruiva il tormentato rapporto con Modigliani. Tra i due il litigio più violento avvenne un anno dopo la rottura della relazione, quando Modigliani si introdusse senza invito a una festa in casa della Hastings, dove incontrò il nuovo fidanzato, Alfredo Pina, scultore italiano. Ci fu una scazzottata e Alfredo Pina estrasse addirittura una pistola. Fu Matisse che salvò Modigliani spingendolo fuori di casa, mentre Pablo Picasso, anche lui presente alla festa, nascondeva le chiavi di casa e rinchiudeva Modigliani.

Beatrice Hastings continuerà la sua folle vita di ribelle, prima ebbe una relazione amorosa finita malissimo con lo scrittore francese Raymond Radiguet, poi tornò in Inghilterra, dove ebbe solo partner femminili, ma esaurita un’effimera celebrità, dilapidò gran parte dei suoi averi per pubblicare un giornale antisemita di estrema destra. Nessuno si accorse della sua morte nel 1943: si suicidò col gas, in compagnia del suo topolino bianco, dopo aver bruciato ogni lettera.

Foto del profilo di Redazione

About Redazione,