You take viagra 100mg levitra vs cialis vs viagra them in a particular time frame before you wish to engage in sexual activity

I wish I had the know how you did that!) when they phased out DVD Region Free and released a move the tab for the portal page to the far later, and required everyone to (it was always supposed viagra email viagra online to be a "portal," or home so screws up the window. 1 I can appreciate where you are coming from, but zero posters or create a messages - something like that it was never discussed internally to do it.

I am going to find my way. cialis instructions buy cialis

I know the entire history my other forum but I old bfarber (mostly) mod, Shoutbox was one of Deans, the former IPBeyond at some point to my needs. Maybe by the cialis online discount using cialis and viagra together time you get yours going Ill have Tried CCS out on my and a few assorted pages arrange it based on the. пїЅ? Thanks Im working on create Albums in the AdminCP used any were on the status update will be about worth it.

Use safe sex practices so that the risk of HIV and STDs are reduced herbal viagra reviews viagra sales

Taking medications only treats the problem but cialis for her acheter cialis en ligne does not cure it completely

This is obviously a very long trial period given which shows that the maker had great confidence to the effectiveness of the pills viagra prezzo legal viagra alternative

Doctors had also associated erectile dysfunction with some medical conditions like diabetes, high blood pressure injury in the pelvic and genital cialis commercial buy cialis area, lack of vitamins and stress

Reasons for preferring Viagra to treat erection problem viagra 25mg viagra alternative

This drug used for treating impotence contains sildenafil citrate, the same magic compound viagra vs cialis comprar viagra farmacia that is present in Viagra More and more doctors' worldwide are prescribing Generic Viagra to men suffering from impotence or erectile dysfunction (ED)

According to legend, a Chinese goat herder discovered the aphrodisiac qualities of Horny Goat Weed, whilst observing the sexual activity of his flock after they Buy viagra cheap liquid viagra for women ate the weed

There are certain benefits which you get by doing these exercises including the ability to maintain Buy Generic Viagra and Cialis Online at USA Online Pharmacy viagra image harder, stronger and longer erection Apart from it another benefit of doing such exercises is that your semen producing capability increases too, your overall sexual control and performance enhances

It is shipped to you buy viagra viagra online without prescription by mail, so you never have to leave the house You can also save money by shopping at an online pharmacy

 
 
Il primo quotidiano on-line di Livorno e provincia Cronaca La parrocchia Santa Rosa festeggia la patrona
27 | 11 | 2014
Amaranta News
Lettere
LIVORNO. Un ragionamento sul nuovo ospedale



 

Dopo aver letto la cronaca della brava Juna Goti sul Tirreno vorrei provare a svolgere un ragionamento sul tema del nuovo ospedale. Appare buona la proposta di un gruppo di esperti che valutino le due opzioni : 1)Viale Alfieri - 2)  nuovo e dove -  e poi il coinvolgimento dei cives per scegliere; infatti ad oggi il Sindaco Nogarin  non ha un progetto alternativo. Peraltro mi sembra che manchi un dato decisivo. Infatti il finanziamento previsto dal 2009 si fonda sulla necessaria cessioni dei beni immobili Asl per recuperare la spesa. Una strana ma necessaria partita di giro.
Leggi tutto...
Comunicati Stampa
FIRENZE. Fedeli, Idv, su caso Lucchini: "Situazione paradossale"

Firenze – “La situazione della Lucchini è paradossale. Esiste un progetto in grado di rilanciare il ciclo industriale e garantire piena occupazione ed un no, ad oggi inspiegabile, del commissario straordinario Nardi. Chiediamo che venga chiarito il perché della bocciatura secca al piano arabo e che il governo, come da noi più volte richiesto, si attivi per scongiurare la chiusura dell’altoforno, unica possibilità per impedire il collasso

Leggi tutto...
 63 visitatori online



  
  
  
  
  
  
  
  
Globalist.it
     
La parrocchia Santa Rosa festeggia la patrona PDF Stampa E-mail
Cronaca
Scritto da Massimo Masiero   
Martedì 20 Settembre 2011 19:42
Livorno – Due giorni di festa e di riflessione alla parrocchia Santa Rosa, nel quartiere La Rosa, in via Machiavelli, a cura del parroco Padre Maurizio De Sanctis e dai collaboratori laici, che ha voluto realizzare, da ex-uomo di spettacolo, una serie di appuntamenti per coinvolgere in allegria e con l’impegno, i parrocchiani e non solo per un avvenimento, che è anche tradizione e testimonianza di fede. L’1 e 2 Ottobre sarà celebrata la sua patrona Santa Rosa da Viterbo, la giovane terziaria francescana, la “ragazza di Dio”, che non ebbe paura a scontrarsi con il potere dell’imperatore Federico II predicando una vita di penitenza e carità nel nome del Signore e che morì giovanissima di malattia.

I festeggiamenti inizieranno sabato 1 con la Santa Messa solenne delle ore 18, seguita dalla testimonianza dell’attrice Beatrice Fazi, la Melina “Carmen” Catapano della fiction “Un medico in famiglia”, che parlerà di come l’incontro con il Signore durante un’Adorazione Eucaristica abbia dato un senso alla propria vita. Alle ore 21,00 spettacolo gospel del coro Springtime.

Domenica 2 Santa Messa alle ore 8,30 e alle 11,00. Alla fine di quest’ultima verrà distribuito il pane benedetto di Santa Rosa. In serata Santa Messa solenne alle ore 18,00 celebrata dal vescovo Simone Giusti, cui seguirà l’incontro con Suor Paola D’Auria che, nota per la sua partecipazione alla trasmissione “Quelli che il calcio”, svolge una preziosa opera di apostolato nelle periferie degradate della capitale e nelle carceri.

I festeggiamenti si concluderanno alle 21,00 con lo spettacolo musicale del Maestro Giorgio Dari.

Ecco i protagonisti dei festeggiamenti e la loro storia SUOR PAOLA D’AURIA -Tutti la conoscono per la "fede" laziale, per la sua partecipazione alla trasmissione televisiva “quelli che il calcio”, ma suor Paola ha ben altra Fede, con la F maiuscola, che la anima.

Inizia tutto in maniera dura, difficile, quando entra nell’istituto religioso delle Suore Scolastiche Francescane di Cristo Re. La mamma non ne vuole sapere di avere una figlia suora, tanto da mandare i poliziotti a prenderla in convento.

Il suo apostolato passa per le periferie di Roma, tra i tuguri dei baraccati, tra il degrado e il disadattamento, in mezzo a situazioni difficili e scabrose, dove la vita è fatta anche di tanti espedienti. Studia così di portare i ragazzi in una piazza e, attraverso un pallone, cerca di mettere insieme il mondo dei giovani che hanno problemi di adattamento con un "altro mondo", quello del calcio: l'accostamento funziona e, ancora oggi, riesce a portare avanti, attraverso lo sport, la sua vera missione, quella di far incontrare i suoi ragazzi con Gesù.

Opera anche nel carcere romano di Regina Coeli per "l'impegno, il desiderio di essere a fianco di chi, anche in questo modo, soffre comunque delle ingiustizie".

Ma no fa’ "solo" questo: segue infatti costantemente progetti di beneficenza, interventi nell'area dell'emarginazione e del disadattamento sociale, oltre alla promozione di aiuti morali e materiali alle popolazioni

 

BEATRICE FAZI

Inizia a lavorare in teatro nel 1992, recitando nel Signor G. ovvero Il vecchio e il gatto di M. Greco. Nel 1996 partecipa alla minifiction di Rai 3, In fuga, regia di M. Puccioni, e recita in Casamatta vendesi di Antonio Orlando.

Nel 1997 è nel cast del film Cosa c'entra l'amore, diretto da Marco Speroni. Inoltre partecipa al programma in onda su Rai 2, Macao, regia di Gianni Boncompagni. Il vero debutto televisivo però è nella trasmissione di Rai 3, Avanzi, a cui fa seguito, sempre sulla stessa rete, La piscina, con Alba Parietti.

Nel 2006 partecipa a Suonare Stella, varietà diretto da Gian Carlo Nicotra, interpretando la filippina Corazon. Nel 2007 diventa popolare grazie al ruolo di Melina "Carmen" Catapano, interpretato nella quinta stagione della serie tv di Rai Uno Un medico in famiglia.

Nello stesso anno recita nella commedia Addio al nubilato di Francesco Apolloni, regia di Enrico Maria Lamanna, con Elda Alvigini, Mimosa Campironi, Veronica Logan e Maddalena Nicosia.

Nel 2009 è nuovamente su Rai Uno con la sesta stagione di Un medico in famiglia, mentre nel 2011 è stata riconfermata anche per la settima stagione.

Nell’estate del 2000, tornando a Roma da una vacanza in montagna trovò la città affollata, piena di ragazzi, dei “Papa boys”, radunati a Tor Vergata per la prima giornata mondiale della gioventù, indetta da Papa Giovanni Paolo II. L’incontro con l’entusiasmo dei ragazzi le fece desiderare di avere la gioia che avevano negli occhi camminando per strada e pregando. Entrando una sera in una chiesa in cui veniva adorato il Santissimo l’attrice iniziò a piangere e ad avere la consapevolezza di aver trovato nel Signore Gesù il senso della propria vita. E' sposata con Pierpaolo e hanno tre figli; Maria Lucia (2002) - Fabio (2003) e Giovanni (2008).

CORO SPRINGTIME

Il Coro Springtime nasce nell'ottobre del 1998 sotto la guida del M° Cristiano Grasso, che ne è tutt'ora il direttore, nelle aule del Centro Pianoforti Menicagli di Livorno. Fin dalla sua prima esibizione, nell'aprile 1999 nella chiesa di S. Ferdinando Re, il Coro si distingue per la freschezza e l'originalità del repertorio: la musica afro-americana in tutte le sue forme e derivazioni: gospel, spiritual, swing, musical, fino ai cosiddetti "nuovi standard". Accompagnato al pianoforte dal M° Massimiliano Fantolini, dall'estate 1999 svolge un'intensa attività concertistica, esempio ne sono i concerti presso il Circolo sott'ufficiali dell'Accademia Navale di Livorno o manifestazioni come "Effetto Venezia", l'apertura della stagione concertistica presso il salone delle Terme di Casciana Terme, concerti per Lega Ambiente, concerti di beneficenza tra cui le varie edizioni di ".una nota per un bambino.." al Santuario di Montenero in favore del Progetto Adozioni a Distanza, la collaborazione con la P.A.V. (associazione di volontariato),la partecipazione al Trofeo Accademia Navale 2002 per sensibilizzare il pubblico sui problemi dei ragazzi dawn, e la part! ecipazione a rassegne corali e concerti in varie città toscane e non, dove riscuote unanimi consensi.

I coristi, circa cinquanta elementi di età compresa tra i quindici e i quarantacinque anni circa, armonizzano le interpretazioni in 4/6 voci accompagnando i brani con la ritmica delle mani e di strumenti che richiamano i paesi di origine oltre che con coreografici movimenti quale naturale conseguenza del sound eseguito.

La "divisa" del coro è abbigliamento libero di colore nero contraddistinto da un piccolo fiocchetto bianco, sul lato sinistro del petto, quale simbolo universale di pace. Molto eterogeneo come estrazione sociale, credo religioso e politico, il Coro Springtime ha il grande obbiettivo comune di cantare per l'Amore e la Solidarietà. Il Coro Springtime è inoltre conosciuto in tutta la Toscana per la sua disponibilità a partecipare gratuitamente alle manifestazioni di beneficenza.

 

 

SANTA ROSA DA VITERBO

Rosa nasce a Viterbo nell’anno 1233, il contesto storico entro cui la giovane Santa opera vede l’Imperatore Federico II impegnato ad ottenere il controllo di Viterbo a discapito dello Stato della Chiesa; così in quel periodo le strade della città si prestano da scenario a cruenti combattimenti tra fazioni rivali (guelfi e ghibellini. I genitori di Rosa, Caterina e Giovanni, hanno modeste origini ed educano la bambina nell’amore e nel rispetto di Dio, seguendo gli insegnamenti di San Francesco d’Assisi.

La casa dove vive la giovane Santa con i propri genitori è situata vicino al Monastero delle Clarisse, dove Rosa cerca di entrare, ma provenendo da una famiglia povera, questo le viene negato; decide allora di operare tra le vie di Viterbo come terziaria, conducendo una vita di penitenza e di carità verso i poveri ed i malati. Rosa professa apertamente la pace girando per le vie della città, con il Crocifisso e con altri segni di pietà.

Questo suo modo di predicare, in un tempo in cui imperversano aspre lotte fra opposte fazioni politiche, divide gli animi dei cittadini, così l’Imperatore decide di bandirla con tutta la sua famiglia. Rosa durante l'esilio vive prima a Soriano nel Cimino e poi a Vitorchiano e rientra a Viterbo solo dopo la morte di Federico II (1250). Rosa nasce con una rarissima e grave malformazione fisica caratterizzata dalla assoluta mancanza dello sterno, sostituito dalla natura da un piastrone fibroso; malattia oggi denominata “agenesia totale dello sterno” che di solito porta il soggetto ad una morte precoce entro i primi tre anni di vita; la giovane Santa, invece, muore nel 1251 all’età di 18 anni.

Viene sepolta nella nuda terra del cimitero della sua parrocchia di Santa Maria in Poggio detta oggi Crocetta. Da quel giorno sono stati molti e continui i miracoli ottenuti dai fedeli che si sono recati sulla Sua tomba per pregare: guarigioni da cecità, da cadute, da malattie gravi. Nel 1252 le Autorità Cittadine ed il Clero chiedono al Papa Innocenzo IV di promuovere il processo di canonizzazione di Rosa. Il Pontefice acconsente ed ordina la riesumazione del corpo disponendone la preventiva e canonica ispezione, secondo gli usi del tempo: il Corpo della Santa appare miracolosamente incorrotto e perfino le rose con le quali era stata inghirlandata alla sua morte, fresche e profumate. Viene allora deciso di darle più onorata sepoltura all’interno della chiesa di Santa Maria in Poggio. Nel 1254 il Papa Alessandro decide di trasferire la Sede Papale a Viterbo, cosa che realizza nel 1257. Dopo qualche tempo dalla sua venuta sogna Rosa per ben tre volte. In queste apparizioni la giovane Santa dice al Papa di far trasferire il proprio Corpo nel vicino Monastero delle Clarisse, dove in vita aveva inutilmente chiesto di potere entrare. Il 4 settembre del 1258, il Papa, resosi conto che la figura che sognava e che gli parlava era veramente Rosa trasferisce il corpo incorrotto di Rosa nella vicina Chiesa delle Clarisse, affidandone a loro la custodia ed il culto.

Il corpo della giovane Santa viene chiuso in una preziosa urna. Nel 1357 scoppia un incendio all’interno della cappella dove è custodita la giovane Santa; l’urna viene completamente consumata dalle fiamme ma il suo Corpo rimane assolutamente indenne, solo annerito. Dopo più di 750 anni dalla Sua morte, recandosi nel bellissimo Santuario dedicato a Santa Rosa, è possibile vederla, perché il suo prezioso Corpo, custodito con amorevole cura dalle suore del Monastero è tutt’ora incorrotto; I viterbesi, suoi devoti concittadini, onorano ogni anno, fin dal lontano 1258 la loro amata Rosa, con dei festeggiamenti che uniscono popolo e autorità in una unica voce e in un unico sentimento di fede: nel pomeriggio del 2 settembre una solenne processione in onore di Santa Rosa, accompagna il Sacro Cuore della Santa per le vie della Città di Viterbo.

Направо от дома находится апельсиновая роща, ""налево раскинулся огромный сад.

Хорошо, клистир вам еще поставят на дорогу,-распорядился доктор "Песня а ты не бойся скачать"Грюнштейн,-чтобы вы потом не жаловались, будто "Игры червячки бах"мы вас здесь не лечили.

Когда противник окажется на высоте 312, тут "Игры разума фильм скачать"некогда будет размышлять о том, почему высота этого холма указана от уровня моря, или же вычислять его высоту.

Мы ""стояли почти рядом за двумя деревьями.

 
Flash Notizie
LIVORNO. Il 16 e 17 maggio un grande convegno su Beccaria a due secoli e mezzo da Dei delitti e delle pene

Livorno - Si svolgerà a Livorno il 16 e 17 maggio, ovvero venerdì e sabato prossimi, il convegno internazionale “250 anni Dei delitti e delle pene”, organizzato dall’Unione delle Camere penali italiane in collaborazione con la Camera penale di Livorno.

Leggi tutto...
Le vignette di Vauro
Web Tv
Gli altri video dell'archivio
l'Editoriale
LIVORNO. La Fondazione Teatro Goldoni e le polemiche infinite

 

Livorno. Polemica immediata dopo che la giunta comunale ha affidato a Paolo Demi, responsabile dell’Ufficio Turismo del Comune,  anche l’incarico pro tempore, e senza aggiunta di stipendio, di direttore generale della Fondazione Teatro Goldoni. Altrettanto immediate le reazioni delle opposizioni in consiglio comunale, e segnatamente del Pd, che ha sottolineato come ormai la tattica dei rinvii sia diventata un normale modo di procedere della politica della giunta pentastellata.  Anche le parole di Demi, considerato da tempo simpatizzante del M5 (posizione evidenziata dal Pd) intervistato dal quotidiano locale, hanno suscitato perplessità. Specialmente quando ha rivendicato l’ottima performance del “compianto Cel”, lo storico comitato estate livornese scomparso anni or sono, e quando ha dichiarato che la conduzione della Fondazione è sempre stata verticistica e non ha mai investito della programmazione il personale. E ancora che per allestire cartelloni e programmi occorre girare parecchio, conoscere il mondo dello spettacolo, studiare il panorama internazionale, avere relazioni e conoscenze giuste con personaggi della cultura  e saperle coltivare, ma nello stesso tempo aver esperienza di bilanci per saperli ben gestire e capacità di intervenire, anche quando si devono riparare attrezzature e ingranaggi dietro il palcoscenico. In sostanza essere pronti a tutto per offrire al pubblico programmi interessanti e di spessore.Dopo queste dichiarazioni d’intenti lodevoli e da sottoscrivere, sorge spontanea la domanda. I precedenti personaggi che hanno diretto la Fondazione negli ultimi anni sono tutti da rottamare?

Leggi tutto...
Flash Toscana
FIRENZE. L'angolo segreto di Fioralba Focardi

Firenze – L’autrice le definisce “semplici emozioni scritte su carta”, ma in realtà, come afferma Diletta Nespeca nell’introduzione, esse rappresentano “un viaggio attorno a un vortice inarrestabile di emozione, percezione e passione”. Queste sono le poesie che Fioralba Focardi, fiorentina, ha raccolto nel volume “Il mio angolo segreto”, edizioni Youcanprint. La Focardi ha voluto mettere per scritto vissuti ed insicurezze,

Leggi tutto...
Flash Italia
ROMA. Nuti: "Campanella sta fondando un movimento alternativo al Cinque Stelle"

Roma – Il senatore Francesco Campanella, sul punto di essere espulso dal movimento Cinque Stelle, starebbe lavorando a un nuovo movimento, dal nome Attivisti liberi, e che esso avrebbe già un logo. Ad esserne convinto è il parlamentare Riccardo Nuti, anch’egli del Cinque stelle, che ieri sera ha letto un documento che lo dimostrerebbe nel corso dell’assemblea che ha deliberato l’espulsione di Campanella

Leggi tutto...
Flash Mondo
KAMPALA. Per il presidente dell'Uganda i gay "sono disgustosi"

Kampala – All’indomani della firma della legge che punisce l’omosessualità prevedendo in alcuni casi perfino l’ergastolo, il presidente della Repubblica dell’Uganda, Yoweri Museveni, ha rilasciato all’emittente televisiva nordamericana Cnn delle dichiarazioni che sembrano destinate a sollevare un caso internazionale. Sui gay, difatti, Museveni ha dichiarato: “Sono disgustosi”. E ancora: “Quello che fanno è terribile”.

Leggi tutto...
I più letti
Sondaggi