Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

22 Ottobre 2020

La Mds editore al Salone del Libro di Torino: un libro a casa vostra


Pisa. 17 maggio. Dal 18 al 22 maggio la casa editrice pisana Mds editore sarà protagonista allo stand G146 (padiglione 2) del Salone del libro di Torino, la principale kermesse dell’editoria italiana. Nello stand Mds ci saranno tutti i volumi in catalogo dell’editore pisano, dai romanzi di Storie alle liriche di Sfridi Diversi, dai saggi delle Ampolle alle storie per bambini dei Cuccioli. Mds però a Torino si farà notare anche per due presentazioni nello spazio Toscana Libri: Giovedì 18 alle 17,30, sarà presentato Benzina di Nicola Pera, ultima uscita della collana CattiveStrade, mentre Venerdì 19 alle 12,30 nello Spazio Autori andrà in scena l’anteprima di Vite Deragliate di Tommaso Strambi, presentato da due anfitrioni d’eccezione come Angelo Macchiavello e Mauro Corona.
La presenza di Mds al Salone del Libro è un modo per far conoscere a tutta Italia anche l’ultima iniziativa di grande successo della casa editrice: Book at home, un libro nel salotto di casa vostra (nella foto una presentazione). Le richieste sono arrivate da ogni parte d’Italia e decine di presentazioni sono già state effettuate. “Quello che sorprende – spiega una nota dell’editore – è la sintonia fra autori e lettori i quali, una volta letto il libro, chiedono di poter organizzare una serata con gli amici casa loro: sono stati organizzati oltre venti appuntamenti e molte sono state le repliche”.
A Roma, a Pisa e a Siena, Francesca Petrucci con “Puro Sangue”, a Roma Sara Ficocelli, con “La vita nascosta”, A Catania, Marzia Scala con “Scomunicata”. Retroscena ed episodi divertenti: a Cremona, Fabrizio Bartelloni, ha presentato il suo “Testimoni d’accusa” in un appartamento nuovo e arredato per l’occasione. “Book at Home – prosegue Mds – è un format che sta dando ragione a Sara Ferraioli, presidente della cooperativa editoriale, che l’ha fortemente voluto e proposto in casa editrice e poi agli autori e alla rete di amici e collaboratori”.