Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

26 Settembre 2020

Le incisioni di Alberico Morena a Villa Trossi Uberti


Livorno, 24 giugno. È dedicata a uno dei più interessanti incisori italiani del ‘900 la mostra d’arte di questa estate a Villa Trossi (via Ravizza, 76).
Saranno infatti le xilografie di Alberico Morena, artista nato a Gubbio nel 1926 e morto a Spoleto nel 2014, ad essere esposte nelle sale della bella villa di fine ‘800.
Intitolata «Alberico Morena, Il piccolo mondo di un grande incisore» e promossa dalla Fondazione d’Arte Trossi Uberti, la personale si aprirà domenica 25 giugno alle 21.30, in concomitanza con il concerto serale di musica classica «Nel nome di Johann Sebastian Bach» realizzato nell’ambito di «Estate a Villa Trossi», la rassegna che da tre edizioni vede Villa Trossi Uberti protagonista di decine di eventi tra spettacolo, musica e incontri editoriali.
Attraverso quaranta incisioni datate tra gli anni ’50 e il 2000 la mostra sarà un’occasione interessante per entrare in contatto con l’universo artistico di questo raffinato “narratore per immagini”, maestro della tecnica d’incisione a rilievo su legni duri.
Per mezzo di una sorprendente capacità tecnica, di una sensibilità fuori dal comune e di una sottile ironia, Morena ci ha infatti lasciato una serie di piccoli mondi sospesi in grado di raccontare, con fraseggi ritmici delicati e abili dosaggi chiaroscurali, un’umanità silenziosa e laboriosa, letta dal basso, osservata nella sua individualità ma anche nelle sue manifestazioni più collettive.
“Tra realismo magico e metafisica – scrive a tal proposito Nicola Micieli nel testo critico di presentazione – nel teatro di Morena è di scena la commedia della vita: slanci e inghippi, voli e cadute. E che la vita sia rappresentazione, non si dubita, quando lo sguardo perspicace e trasognato, malinconico e ironico dell’artista staziona in disparte sulle gradinate degli stadi, nel tempo della festa; spazia sugli spalti dell’arena, scrutando il “pubblico” che attende il toro, nel tempo della crudeltà, essendo a sua volta atteso dal toro che, solitario, appare smarrito nel teatro vuoto ove si consumerà la mattanza. Tra festa e crudeltà, Morena suggerisce l’equilibrio, la medietas dei valori della vita”.
La mostra resterà aperta il sabato e la domenica fino al 3 settembre, in orario 17-20. Sarà inoltre visitabile durante tutti gli eventi di «Estate a Villa Trossi».
Info: Fondazione Trossi Uberti, via Ravizza, 76, Livorno Tel. 0586 492184 / 392 7010553. Il programma «Estate a Villa Trossi» è consultabile sul sito www.fondazionetrossiuberti.org.