Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

29 Settembre 2020

Pietre rotonde di ambra simboleggianti lo spillover (foto libera da diritti tratta da Wallpaper Flare)

Le tragiche conseguenze dell’assalto dell’uomo alla natura


(Donatella Nesti) Livorno, 2 aprile 2020 – Libri e film, in passato, hanno in taluni casi anticipato il disastro causato dal coronavirus Covid-19, libri e film spesso sottovalutati come lo fu Cassandra, la sacerdotessa e profetessa troiana che per aver respinto le attenzioni del dio Apollo, prevedeva gli eventi senza essere creduta. Le sue profezie sull’inganno del cavallo costarono la vita ai troiani, ma la violenza inflittale da Agamennone ed Aiace costarono la vita anche a molti principi achei durante il loro ritorno in patria.

In questi giorni viene spesso citato un libro di David Quammen, dal titolo “Spillover”, Adelphi, 2014, una summa degli studi sui contagi che hanno imperversato negli ultimi vent’anni. Il termine spillover è usato in economia, e non solo; la sua traduzione può aver molti significati come ricaduta, sconfinamento ad esempio “grazie al cosiddetto effetto spillover, dalle città il benessere si propaga anche ai territori circostanti e migliori opportunità per le prime significano maggiori possibilità per i secondi”. Nel caso del libro il termine assume purtroppo un significato terrificante.

“Spillover è il termine che indica quel momento in cui un virus passa dal suo ‘ospite’ non umano, un animale, al primo ‘ospite’ umano. Questo è lo spillover. Il primo ospite umano è il paziente zero.

Non vengono da un altro pianeta e non nascono dal nulla. I responsabili della prossima pandemia sono già tra noi, sono virus che oggi colpiscono gli animali ma che potrebbero da un momento all’altro fare un salto di specie, uno spillover, e colpire anche gli esseri umani”. Quamman ha intervistato decine di medici, virologi e sopravvissuti per cercare di capire come funzionano le malattie umane che hanno origine dagli animali, le zoonosi appunto, con la speranza di evitarle.

L’autore, come Cassandra, anticipava anni fa quello che ora sta accadendo: “La prossima pandemia potrebbe venir fuori da un mercato cittadino della Cina meridionale”. Non é la storia del coronavirus Covid-19 che sta decimando la popolazione mondiale? Sovrappopolazione, città troppo affollate, devastazione dell’ambiente, cambiamenti climatici, allevamento intensivo di animali, distruzione delle foreste e delle popolazioni che vi abitavano, sconvolgimento dell’ecosistema… Queste le cause dell’attuale disastro, riusciremo a fermarlo?

“Dovremmo sapere che le recenti epidemie di nuove zoonosi, oltre alla riproposizione e alla diffusione di altre già viste, fanno parte di un quadro più vasto, creato dal genere umano. Dovremmo renderci conto che sono conseguenze delle nostre azioni, non accidenti che ci capitano tra capo e collo”, afferma l’autore che ha ribadito recentemente le sue terribili profezie.

“Siamo stati noi a generare l’epidemia di coronavirus. Potrebbe essere iniziata da un pipistrello in una grotta, ma è stata l’attività umana a scatenarla”, ha detto ancora Quammen al New York Times.