Vai a…

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

giovedì 27 giugno 2019

L’ex sindaco Cosimi a Nogarin sul mutuo dell’Aamps: “Questione nota da tempo”


Livorno, 12 aprile 2019 – L’ex sindaco di Livorno, Alessandro Cosimi, replica all’attuale primo cittadino Filippo Nogarin, che lo ha citato in giudizio, chiedendogli circa 800 mila euro di danni, per un mutuo che l’Aamps contrasse nel 2005 con una banca del gruppo Credem in relazione al quale il Comune di Livorno agì da garante.

“E’ una questione nota da tempo”, afferma Cosimi direttamente a Costa Ovest. “Quelle lettere, oltretutto, non erano e non potevano essere vincolanti per il Comune perché erano delle mere prese d’atto, non vedo cosa adesso si chieda al sottoscritto. Lo stesso Comune, d’altronde, sostiene che tali lettere non hanno valore economico e lo scrive anche nella memoria presentata in Tribunale. Inoltre credevo che la cosa fosse stata già informalmente chiarita. Invece, evidentemente, si è pensato di tirarla fuori in questo momento, a ridosso delle elezioni, con il rischio che diventi una questione politica, mentre vorrei potermi confrontare con una questione di ordine civilistico, tanto più che dalla politica ho fatto un passo indietro già da diverso tempo”.

La prima udienza è fissata per il prossimo 7 luglio al Tribunale civile di Livorno. Cosimi, in tale ottica, precisa: “In quella sede spiegherò nel dettaglio le mie ragioni. Adesso posso solo anticipare che a me, al momento, interessano due cose. La prima è rimarcare la serietà dell’amministrazione che ho avuto l’onore di presiedere, dove abbiamo usato il denaro pubblico sempre nell’interesse della collettività livornese. Il secondo è che sto valutando di agire nelle sedi opportune per difendere il buon nome non solo del sottoscritto ma anche della città di Livorno. Credo che questo debba essere un dovere per ogni persona che sa di avere la coscienza a posto”.

Foto del profilo di Redazione

About Redazione,