Vai a…

COSTA OVEST E' UN PROGETTO SOCIALE
IL NOSTRO SCOPO E' FARE UN'INFORMAZIONE LIBERA ED EQUILIBRATA
NON PERCEPIAMO CONTRIBUTI PUBBLICI
OGNI ATTIVITA' A FAVORE DI COSTA OVEST E' DA INTENDERSI VOLONTARISTICA E GRATUITA

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

martedì 20 novembre 2018

Livorno apripista nell’innovazione tecnologica


Livorno, 18 ottobre 2018. Domani al Terminal Crociere nel Terminal Passeggeri del porto saranno presentati in una conferenza specifica, i risultati dei test sulla guida autonoma nell’ambito del progetto europeo Autopilot con gli interventi del presidente dell’Autorita Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale Stefano Corsini, del sindaco Filippo Nogarin, di operatori e esperti del settore. E la zona livornese è considerata apripista nel campo dell’innovazione tecnoloigca proprio dal responsabile di Ertico, Francois Fischer, l’associazione che raggruppa oltre 100 tra opeatori telefonici, costruttori di auto e fornitori di servizi coolegati al mondo dle trasporto.
Il porto di Livorno? “È all’avanguardia – precisa – nel campo della innovazione tecnologica”. Nella città dei Quattro Mori in questi giorni si stanno sperimentando le attività di test sulla guida intelligente nell’ambito del progetto europeo Autopilot, Fischer è responsabile delle iniziative sul veicolo connesso dell’European Road Transport Telematics Implementation Coordination Organisation (ERTICO) e si lascia andare a una serie di riflessioni a caldo sul ruolo che lo scalo labronico sta giocando nell’ambito della mobilità del futuro.
Livorno – aggiunge – sta conseguendo importanti risultati sul fronte della innovazione tecnologica e si è dotato di un’ambiziosa agenda digitale per gestire le sfide imminenti e future legate alla capacità, al traffico, all’efficienza e alla sostenibilità ambientale delle attività portuali. Lo scalo labronico svolge un ruolo attivo non soltanto nei progetti collegati alla implementazione della nuova mobilità (come Autopilot), ma anche in quelli relativi alla digitalizzazione delle operazioni portuali, essendo stato individuato come uno dei 5 living lab all’interno di COREALIS, il progetto di collaborazione tra Ericsson, il Porto di Livorno e il Consorzio Nazionale Interuniversitario delle Telecomunicazioni (CNIT), nato con l’obiettivo di progettare e implementare una vera e propria rete end-to-end 5G nell’area portuale livornese.
E’ una parte importante quella dello scalo livornese per lo sviluppo delle nuove soluzioni di mobilità intelligente – conclude Fischer – La collaborazione tra l’Autorità di Sistema Portuale ed ERTICO sta dando davvero ottimi frutti. Lo scalo labronico, che è stato individuato dall’Unione Europea come sito nazionale di sperimentazione dei nuovi servizi di guida intelligente. L’evento di domani è articolato nella zona del check-in, dove sarà allestito uno spazio per la conferenza e nello spazio per i gruppi di lavoro e le dimostrazioni in remoto.
L’iniziativa, organizzata dall’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale con il fondamentale sostegno della Regione Toscana e il coordinamento di ERTICO è parte integrante di AUTOPILOT (http://autopilot-project.eu/), uno dei cinque progetti finanziati dalla Commissione Europea attraverso la call 2016 di Horizon 2020 per la realizzazione di siti sperimentali di larga scala (Large Scale Pilots) abilitanti per l’Internet of Things.
L’intervista integrale a François Fischer sul webmagazine a cura dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale, Port News.

Foto del profilo di Redazione

About Redazione,