Vai a…

COSTA OVEST E' UN PROGETTO SOCIALE
IL NOSTRO SCOPO E' FARE UN'INFORMAZIONE LIBERA ED EQUILIBRATA
NON PERCEPIAMO CONTRIBUTI PUBBLICI
OGNI ATTIVITA' A FAVORE DI COSTA OVEST E' DA INTENDERSI VOLONTARISTICA E GRATUITA

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

domenica 21 ottobre 2018

Livorno, da stamani in porto dalla Slovacchia le auto su rotaia


Livorno, 19 marzo. È operativo da stamani il nuovo collegamento ferroviario tra Trmava (Slovacchia) e Livorno per il trasporto di veicoli finiti del gruppo PSA (Peugeot, Citroen e Opel). Il servizio, che sarà effettuato tre volte la settimana, porterà al Terminal Sintermar, circa 2800 auto al mese.
Si tratta di una novità assoluta per lo scalo labronico, che non registrava il passaggio di un treno di auto nuove dal 2004.
Il primo treno del servizio è arrivato stamani presso la Stazione Porto Nuovo (zona Sponda Est Darsena Toscana) e ha sbarcato circa 240 auto, che sono state smistate da Sintermar per l’inoltro via mare verso i mercati nazionali (Sicilia, Sardegna) e quelli internazionali (in particolare la Spagna, con Valencia e Barcellona). Una percentuale delle auto, inoltre, verrà spedita via terra alle concessionarie della penisola attraverso l’interporto Vespucci.
Al nuovo collegamento se ne aggiungerà presto un altro per l’import di auto nuove verso l’Austria. Complessivamente, Sintermar punta a movimentare via treno oltre 25mila auto nuove all’anno, riducendo in tal modo la quota del trasporto su gomma da e per il porto.
Si tratta di una notizia significativa che va ad aggiungersi a quella della crescita del traffico container su rotaia dei giorni scorsi. Livorno punta a candidarsi sempre di più come un hub ferroviario di rilievo nel panorama internazionale.
“Siamo soddisfatti – ha commentato il direttore generale del terminal Sintermar, Federico Baudone – poichè avere nuovamente un traffico auto su treno è un risultato importante e frutto di una grande sinergia con l’Autorità di Sistema Portuale, che ha saputo rispondere in maniera tempestiva alle esigenze dell’operatore, permettendo un uso più efficiente delle infrastrutture ferroviarie esistenti e sviluppando l’intermodalità”.
Tutto questo si colloca nello scenario più ampio del Piano del Ferro che prevede anche l’ottimizzazione del raccordo ferroviario di Porto Nuovo, compreso tra Via Leonardo Da Vinci e Via Luigi Galvani, all’interno del Porto Commerciale, in prossimità del varco Galvani.

The following two tabs change content below.

Foto del profilo di Redazione

About Redazione,