Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

27 Settembre 2020

Livorno delle diversità, per svegliarsi dal conformismo


(Angela Simini) Livorno, 31 marzo. Costituitasi nel 2014 intorno all’obbiettivo laico di “Svegliarsi dal conformismo” e di recuperare la matrice di città aperta a culture ed etnie diverse, ma soprattutto di città attiva e propositiva, l’Associazione Livorno delle Diversità ha tradotto il proposito nel progetto di offrire alla città un luogo, un simbolo nel quale riconoscersi. Una grande idea che oggi si sta realizzando. Durante la conferenza stampa tenuta a Villa Handerson ne ha dato annuncio Raffaello Morelli, membro dell’Associazione e redattore del Bando per Arredo Area Demaniale, con Luciano Jacoponi, Lina Sturmann, Simona Corradini e con l’Ordine degli Architetti. L’Associazione ha ottenuto in Concessione Demaniale dall’Autorità Portuale di Livorno la porzione di banchina degli Scali Cialdini adiacente al Ponte dei Francesi, porta d’ingresso al Porto Mediceo ( individuata al Catasto Terreni al Foglio 16 Z part. 7071 , un’area di mq 181). Si tratta ora di “arredarla” in modo che risulti un “simbolo espressivo del principio della diversità che sta alla base delle relazioni nel Porto di Livorno e in città”.
Che cosa si è individuato ? Data la posizione baricentrica della concessione, tra porto mediceo e centro storico, si è pensato a un piccolo parco urbano che coniughi la tipologia demaniale della banchina con la facilità di accedervi, in modo da costituire un luogo invitante per chi si trovi a transitare nella zona del porto e in prossimità del centro storico.
La vicinanza al mare richiama di per sé il senso dell’accoglienza, della varietà, della diversità e convivenza tra culture e mondi diversi, un luogo dunque accattivante e piacevole sia per i turisti che per i cittadini. L’iniziativa ha ricevuto l’approvazione del Comune, infatti l’assessore Belais, assente alla conferenza stampa perché impegnato altrove, era però presente a quella del 2016.
Come si procede ? Per reperire “idee e proposte”, l’Associazione lancia il Bando per Arredo Area Demaniale che viene rivolto a tutti coloro che abbiano un’ idea, purché venga anche citato anche un tecnico di riferimento (e non necessariamente un ingegnere o un architetto ).
“La novità – annuncia Raffaello Morelli – è che il bando è aperto a tutti, livornesi e non, proprio in sintonia con la nostra caratteristica di città aperta e liberale”.
“ Inoltre – aggiunge Daniele Menighini, presidente dell’Ordine degli Architetti – per essere in armonia con lo spirito europeo e internazionale – arriveremo fino in fondo all’iniziativa”
Come si reperiscono i fondi per portare a termine il progetto?
“ Intanto, per reperire i premi e per agevolare la situazione finanziaria si lancerà una raccolta diffusa in più direzioni e si cercheranno sponsor – prosegue ancora Morelli – i progetti vincenti saranno esposti alla città attraverso Internet, il Premio Rotonda, il Comune”.
Il bando è proposto dall’Associazione Livorno delle Diversità. Giuliana Bimbi, Via degli Asili 13 Livorno, Codice Fiscale 92125390499, www.livornodellediversita.eu, info@livornodellediversita.eu asimini@alice.it