Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

27 Settembre 2020

I limiti degli amministratori locali di Livorno


(Simone Maltinti) Livorno – Questo inizio di settembre ci sta palesando tutti i limiti degli amministratori locali grillini. Lo psicodramma romano, le roboanti dichiarazioni di Nogarin sul futuro di Livorno, ci fanno capire che le lingue di certi demagoghi sono più affilate dei coltelli dei macellai. Nella capitale le pessime scelte della Sindaca vengono attribuite a fantomatici poteri forti, con Di Maio che afferma “non arretreremo di un millimetro”. Nella nostra città dieci possibili interventi di arredo urbano, non ancora finanziati vengono presentati come una rivoluzione che ridisegnerà la città. Queste sono le ultime affermazioni di una lunga serie. La più sconcertante degli ultimi mesi è quella relativa agli stipendi dei dirigenti comunali livornesi.
Sono passati alcuni giorni dalle improvvide dichiarazioni di Nogarin. Speravo, invano, che qualcuno dei Cinque Stelle lo richiamasse alla realtà dei fatti. Sono anni che ci sentiamo dire che il partito di Nogarin è portatore di valori “diversi” da quelli degli altri. Onestà e moralità sono a loro dire patrimonio esclusivo della loro parte politica. Sembra quasi che la “verità” sia una prerogativa dei soli grillini, da qui nasce l’ intolleranza verso gli altri partiti, poiché la loro verità non sopporta contraddizioni.
Tuttavia negli altri partiti si può discutere, ci sono gli statuti che garantiscono la vita democratica. I difetti della peggiore politica sono nel dna di questo presunto movimento, ormai i ras locali grillini fanno il bello e cattivo tempo, con tutti gli altri coperti ed allineati.
Molti cittadini livornesi hanno sperato in un’amministrazione innovativa,che ha iniziato la sua vita presentandosi come un modello di futuro, ormai tutto questo si sta palesando come una enorme illusione, guidata da politici mediocri sotto tutti i punti di vista. La cosiddetta base grillina, cosi attenta e scrupolosa nel criticare gli uomini politici degli altri partiti, come mai è cosi indulgente con i suoi esponenti? Noi Livornesi stiamo aspettando gli Uffizi in città, l’ autobus gratis, i fossi patrimonio dell’ Unesco, la riduzione degli stipendi degli assessori, l’ apertura dell’ ippodromo e la raccolta dei rifiuti porta a porta in tutta la città.
Livorno si merita decisamente di meglio e velocemente. Rischiamo di perdere anni preziosi per lo sviluppo della nostra comunità.

Simone Maltinti è il segretario del circolo Pd Ardenza La Rosa