Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

27 Novembre 2020

Livorno. Il Premio Ciampi 2017 sarà “Piero lo straniero” oltre confine


(Simone Consigli) Livorno, 2 novembre. Il Premio Ciampi vuole varcare i confini nazionali. “Piero lo straniero” è il titolo-motto che è stato scelto per rappresentare la XXIII° edizione del concorso dedicato al grande poeta e cantautore livornese. Il titolo è stato scelto dopo aver preso spunto dai versi della canzone di Piero Ciampi : “Se bianco è bianco e nero è nero in questo momento io sono straniero”. Questo concetto di Ciampi torna molto attuale nel periodo odierno in cui vengono fomentati odi e razzismi di ogni genere. Questo è lo spirito che va ad animare la nuova edizione del Premio. Con una promessa per le prossime. Infatti, come confermato dagli organizzatori in sede di presentazione e dallo stesso sindaco Nogarin presente alla cerimonia “ il Premio Ciampi sta diventando un evento talmente importante e pieno di artisti di valore, che se le condizioni economiche saranno propizie, l’amministrazione farà il massimo sforzo per esportare il Premio e lo studio e la conoscenza del nostro grande Piero oltre confine”. Così Piero Ciampi avrà davvero “tutte le carte in regola”, in ogni senso. La XXIII° edizione si prospetta una delle più serie ed importanti. Il programma parla non solo di commemorazione del personaggio, ma anche, e sempre di più rispetto alle passate edizioni, di un trampolino di lancio per la carriera di altri artisti. Guardare avanti e oltre confine. Questo è lo spirito dichiarato dagli organizzatori. “Ogni singolo euro speso per musica e cultura non è perso” chiosa Nogarin. Una curiosità lega il sindaco di Livorno, quest’anno alla competizione ciampiana. In una delle serate, si terrà un evento particolare, la consegna da parte del primo cittadino di una delle onoreficenze più prestigiose di Livorno, la Canaviglia, al grande Gianfranco Reverberi, autore, oltre che grande amico dell’artista, di parecchi testi delle canzoni di Piero Ciampi. Un’altra novità di questa edizione viene da recenti studi che proverebbero che Piero Ciampi sia nato in via Roma, proprio di fronte alla casa di Amedeo Modigliani. Il sindaco e le istituzioni hanno dichiarato che “ci impegneremo a costruire un monumento o un insegna con il logo di Piero Ciampi disegnato dal maestro Riccardo Bargellini, sperando in qualche modo di rimediare alle bruttissime pietre d’inciampo targate Modigliani in via Ricasoli”. Tutti gli sforzi sono dedicati da ventitré anni ad abbattere il muro di silenzio intorno a Piero Ciampi. “Piero lo straniero” sarà un’edizione con molti giovani vogliosi di svolgere il loro percorso artistico basandosi sulla creatività e sulla poeticità del grande autore livornese. Quest’anno i tempi sono davvero maturi per proiettare la figura di Piero Ciampi a livello internazionale. Già ci sono dei precedenti, Harvard, Sarajevo e altre località hanno dato vita a corsi monografici universitari sulla vita di Piero Ciampi. Varie serate con la presenza di Bobo Rondelli a cantare Ciampi si sono già svolte a Chiasso in Svizzera e a Barcellona. La prossima sfida sarà portare il Premio Ciampi all’estero. Quest’anno per iniziare è stato aperto il premio internazionale, con le canzoni del cantautore livornese cantate nella lingua di origine dei partecipanti. Artisti dal Belgio, Francia, Gran Bretagna, Scozia, Olanda ma non solo. Tante sono le gradite sorprese italiane, Alessandra Falca, livornesissima e bravissima, che presenterà il nuovo album, i Gatti Mèzzi, poi i vincitori del concorso, i Sonnambula, che propongono canzoni d’autore mischiate alla tradizione popolare e i Il Ritorno di Carla, vincitore miglior cover. Serate spettacolo alla Goldonetta e al teatro Cage in Villa Corridi, dove suoneranno gruppi indipendenti ed emergenti tutta la notte. Presente anche il locale “La Deriva” sugli scali del Pontino, con la collaborazione con l’associazione Aeroc, che presenterà reading, pitture e canzoni sull’argomento Piero Ciampi, con il noto scrittore livornese Francesco Lenzi. Mostra fotografica alla Bottega del Caffè in viale Caprera, con artisti addirittura provenienti dal Venezuela, mostra che resterà aperta fino al 10 dicembre. Il teatro delle Commedie in via Terreni sarà l’arena in cui si discuterà di libri dedicati alla figura di Piero Ciampi, grazie alla collaborazione con la casa editrice Valige Rosse. Concerti ed eventi sono previsti anche in piazza Cavalloti al mercato delle Vettovaglie. Questo il programma nel dettaglio. Venerdì 10 novembre The Cage Theatre concerto dalle 22.00 con Fabrizio Frigo and the Freezers, Lorenzo Marianelli, Calima, Valerio Grutt. Sabato 11 novembre ore 21.00 circolo “La Deriva musiclub” presenta “in arte Ciampi 2017 con Martina Volanti e “Delirio” performance teatrale con Francesco Lenzi. Mercoledì 15 novembre ore 19 circolo “La bottega del Caffè” inaugurazione della mostra “Piero Ciampi, il porto, l’orrizzonte, il vino, Livorno a cura dell’associazione Rossograbau; ore 22.00 ex Cinema Aurora concerto di Terje Nordgarden, artista norvegese. Giovedì 16 novembre ore 18.00 Galleria Peccolo mostra tematica su Piero Ciampi di Dario Moretti e performance musicale di Saya Namigawa (vibrofono) e Enrico Comaschi (chitarra elettrica); ore 21.00 Nuovo Teatro delle Commedie premiazione del Premio Ciampi-Valige Rosse e concerto di Alessandra Falca. Venerdì 17 novembre ore 18.00 studio di architettura 70m2 in via Poggiali concerto di Ruth Angell e Sid Peacock e installazione di “Andare” a cura di architettura 70m2. Ore 20.00 Mercato Centrale Vettovaglie concerto dei Gutbuckets. Ore 21.30 Teatro La Goldonetta ingresso 30 Euro, concerto di Peter Hammil. Sabato 18 ore 18 Teatro Goldoni Sala Mascagni presentazione del libro “la testa nel secchio di Gianfranco Reverberi e consegna della Canaviglia. Ore 20.45, serata finale e concertone, ingresso 10 euro con Sonambula, Il ritorno di Carla, Pez Mago, June Caravel, Francesco Bottai, Mauvais, Jono Manson Gang, Emma Morton, Tommaso Novi, Marina Mulopulos, Alessandra Falca, Tenedle e Piccoli Animali Senza Espressione. (Nella foto:da sin. Marcello Murziani, Francesco Belais, Marco Leone, Franco Carratori e Massimiliano Mangoni)