Vai a…

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

lunedì 24 Febbraio 2020

Livorno ritira la candidatura a capitale della cultura 2021, punterà sul 2022


(Mirko Branca) Firenze, 24 gennaio 2020 – La città di Livorno ha ritirato la candidatura a capitale italiana della cultura 2021 posticipandola al 2022. La decisione arriva dall’amministrazione comunale ed è stata resa nota oggi, venerdì 24 gennaio, al termine di una riunione svoltasi in Regione Toscana, dove erano state convocate le quattro città toscane che avevano presentato la propria candidatura: Pisa, Volterra, Arezzo ed appunto Livorno.

“Un amministratore e un’amministrazione devono essere in grado di sapere scegliere il momento giusto per fare le cose”, ha detto il sindaco Luca Salvetti. “Noi crediamo nella cultura e lo abbiamo ampiamente dimostrato con l’allestimento della mostra dedicata a Modigliani e agli artisti di Montparnasse, ma siamo convinti che determinate scelte debbano essere fatte con cura ed attenzione e si deve anche avere il coraggio di spostarle nel tempo, se necessario, al giusto momento”.

Per l’assessore comunale alla Cultura, Simone Lenzi, ha aggiunto: “La candidatura a capitale della cultura è un’azione che si fa nell’interesse della città. C’è un’amministrazione che la promuove, unitamente a un percorso condiviso con la città. Ma l’idea giusta della candidatura ha risentito delle elezioni amministrative, essendo nata a cavallo tra un’amministrazione che stava finendo il suo mandato e una nuova che si stava insediando. Proprio per questo il lavoro che da domani dovrà partire non è stato fatto al momento opportuno. Dobbiamo prenderci un anno di tempo per mettere in piedi la candidatura e da buoni livornesi, per indole e per orgoglio, vogliamo vincere. E’ stata ed è, la nostra, una scelta frutto del buonsenso”.

Livorno, archiviata questa edizione, presenterà dunque la propria candidatura a capitale italiana della cultura 2022.

Foto del profilo di Redazione

About Redazione,