Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

30 Marzo 2020

Mai più bicchieri di plastica durante le gare sportive a Livorno, parola di Salvetti


(Simone Consigli) Livorno, 9 febbraio 2020 – Non dovremmo più vedere strade invase dalla plastica al termine della gara, come promesso il sindaco Luca Salvetti con un’ordinanza dice “stop” alla plastica monouso nelle manifestazioni sportive. Mai più borracce e bicchieri di plastica per il rifornimento degli atleti e dei maratoneti. Non si vedrà più il classico gesto del rifornirsi in corsa e di gettare via per terra, come viene viene, i rifiuti. O, per meglio dire, tali rifiuti non saranno mai più di plastica inquinante. Vedremo in seguito come saranno organizzate le prossime gare su strada all’interno della città. Ma durante la Half Marathon dell’anno scorso, tenutasi a novembre, fu proprio la distesa bianca di bicchierini di plastica abbandonata dagli atleti sul lungomare che provocò non poche lamentele, costringendo il sindaco a promettere l’estensione della normativa regionale per il divieto dell’uso della plastica non compostabile nelle manifestazioni e negli eventi pubblici quali feste, sagre, concerti etc alle manifestazioni sportive.

Più che di un’estensione della legge regionale si tratta di un’ordinanza ad hoc, in validità da venerdì 7 febbraio, che va ad aggiungere l’ambito sportivo e quello delle maratone al pacchetto dell’ordinanza “plastic-free” ad opera dell’amministrazione.

L’educazione al rispetto dell’ambiente si estende agli atleti e al mondo dello sport. Per Livorno questa non può che essere una novità importante, data la forte vocazione sportiva della città. Vela, canottaggio, scherma, tennis, rugby, atletica, pugilato, nuoto, basket, ciclismo, arti marziali, in percentuale Livorno è una delle città italiane con più sportivi e con più medagliati d’Italia, il divieto dell’uso della plastica non compostabile nelle manifestazioni sportive sarà sicuramente una novità che andrà ad incidere sugli usi e costumi degli sportivi livornesi.

Cronologicamente però Livorno perde il derby con i cugini pisani in fatto di ordinanze “plastic-free”. Per la Pisa Half Marathon dell’anno scorso, infatti, già si prese la decisione di rinunciare all’utilizzo della plastica usa e getta. L’edizione pisana è stata caratterizzata dal materiale riciclabile, piatti e bicchieri di carta ad ogni rifornimento e lungo il percorso della gara due cassonetti di Geofor, l’azienda che gestisce i rifiuti urbani a Pisa, il cui utilizzo da parte degli atleti è stato sorvegliato dal personale in strada della manifestazione. Gli atleti sono stati anche muniti di borracce di plastica dura per l’abbeveramento. Questa semplice misura ha permesso che gli atleti fossero più sollecitati a riportarsi a casa la borraccia e a non abbandonarla al termine della gara. Per rendere possibile il tutto al termine del percorso, in piazza del Duomo, è stata allestito un gruppo di fontanelle pubbliche in cui si è potuto riempire le borracce.