Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

7 Luglio 2020

L'esterno del supermercato Coop di Rosignano Solvay (foto d'archivio)

Malore fatale per il barista della Coop di Solvay, aveva gestito il caffé Quattro Mori


(Alex Turrini) Rosignano Solvay, 3 giugno 2020 – Un malore alle tre e mezza di notte, la chiamata al 118, l’ambulanza e la corsa in ospedale, dopodiché attorno alle sei la notizia del decesso. Così se n’è andato, all’età di 58 anni, Maurizio Pannocchia, lo storico barista della Coop di Rosignano Solvay.

Pannocchia, livornese, aveva lavorato con i genitori al bar Quattro Mori davanti al porto mediceo di Livorno, prima di arrivare a Solvay.

“Era un uomo generoso e di indole buona”, ha commentato la moglie Paola, affranta per l’improvvisa scomparsa del marito. “Amava il suo lavoro”.

Maurizio gestiva da circa trent’anni il bar all’interno del supermercato Coop di Rosignano, ossia da quando, alla fine degli anni Ottanta, si era trasferito a Solvay dopo che il fratello Massimo si era sposato con una ragazza di Rosignano.

La famiglia Pannocchia aveva gestito il bar Quattro Mori. Alla scomparsa del padre, però, i fratelli Maurizio e Massimo avevano lasciato quel bar e ne avevano preso un altro, sempre a Livorno, in via Grande. Finché Massimo si trasferì a Rosignano, dove i due fratelli Pannocchia decisero di aprire il bar all’interno del nuovo supermercato Coop, vendendo di conseguenza il locale di Livorno. Anche Maurizio e il resto della famiglia si trasferirono a Rosignano Solvay.

Domani, giovedì 4 giugno, alle 9.30 ci sarà la benedizione della salma e poi la cremazione al cimitero dei Lupi di Livorno.