Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

7 Aprile 2020

Modì tra arte e cultura, con la Fidapa un incontro per le medie Borsi e Pistelli


(Angela Simini) Livorno, 17 febbraio 2020 – Tra le manifestazioni promosse intorno alla Mostra di Modigliani, figura a buon diritto la giornata dedicata a due classi delle scuole medie Giosuè Borsi e Pistelli dalla Associazione Fidapa Bpw Italy Sezione di Livorno con il Patrocinio del Comune di Livorno ed in collaborazione con il Banco di Credito Cooperativo di Castagneto Carducci.

L’Associazione Fidapa (Federazione Donne Italiane Arti Professioni Affari) , come si vede nell’acronimo, include l’arte nelle sue finalità e la estende nel panorama più ampio della vita culturale della città. Lo sguardo si è rivolto pertanto alla scuola per offrire a due classi la possibilità si conoscere la vita e l’arte di Modigliani nel periodo livornese dell’artista, proprio quello che si conosce meno e in cui peraltro Modì si è formato ed ha gettato i semi dell’arte che svilupperà a Parigi. Vediamo come si è svolto l’ incontro “Modigliani tra arte e cultura”, caldeggiato dalla presidente Jasmine Cipriani, che ha trovato valido appoggio nella socia Alessandra Rontini, storica e curatrice di arte.

Nella bella Sala delle conferenze del Banco di Credito Cooperativo di Castagneto Carducci, la presidente della Fidapa Maria Jasmine Cipriani, il dottor Roberto Pullerà , direttore del Banco, e la vicesindaco Monica Mannucci hanno accolto la terza F della scuola media Giosuè Borsi con la professoressa Giusti e quattro accompagnatori e la terza E della scuola Pistelli con la professoressa Palmieri e tre insegnanti. Presente all’incontro anche la Coordinatrice Europea Giuseppina Bombaci.

La presidente M.Jasmine Cipriani ha introdotto il critico d’Arte Michele Pierleoni che aveva il compito di illustrare il periodo storico-artistico di Modigliani nella sua città.

Con l’ausilio di videoproiezioni di foto d’epoca, riproduzioni di tele e ritratti di personaggi caratteristici, Pierleoni ha offerto l’immagine di una Livorno piena di vita, con i bagni Pancaldi frequentati dalla buona società, i teatri, le botteghe d’arte, le Terme del Corallo e tanti pittori affascinati dai tramonti e dai cieli sul mare, sfumati di rosa e turchino. Si è soffermato con disinvoltura e con semplicità di linguaggio su Giovanni Fattori ed i Macchiaioli, Natali e Romiti, le tecniche di pittura, quindi su Oscar Ghiglia e i primi nudi, ai quali poi si ispirerà Modì, quindi Raguta, Ferruccio Rontini, Giovanni March, De Chirico, Lorenzo Viani. Questa che può sembrare una carrellata attraversi il tempo, in realtà è stata porta da Pierleoni secondo un ordine che ricostruisce un lungo periodo artistico e letterario in cui Livorno ha primeggiato e non solo in Italia. Fatto sta che i ragazzi non hanno battuto ciglio ed hanno seguito con attenzione, invitati a “ Osservare, piuttosto che vedere “ e invitati a guardare l’arte con l’occhio del cuore.

A rendere più vivace la mattinata, l’attore Matteo Marchi ha tenuto un monologo su Modigliani che ha fatto conoscere meglio il pittore livornese ai giovani allievi, che per il loro comportamento hanno ricevuto i complimenti della vicesindaco Monica Mannucci, del direttore del Banco Roberto Pullerà, della presidente Cipriani e della Coordinatrice Giuseppina Bombaci. Ma non è finita qui, perché, in attesa di arrivare all’ingresso della Mostra, Michele Pierleoni ha accompagnato le classi a visitare l’ex Caffé Bardi, oggi occupato da Tiger e altre realtà storiche livornesi , come i tre luoghi di culto in via della Madonna . Ed eccoci al momento che ha coronato le iniziative della mattina e cioè l’ingresso nella grande e bella mostra che per la prima volta Livorno ha dedicato al suo illustre concittadino. Di nuovo Pierleoni ha fatto da guida capace di intrattenere i ragazzi accompagnandoli attraverso il percorso della mostra fino alla suggestiva Sala con le opere di Modigliani.

A tutto l’incontro hanno partecipato anche le socie della Fidapa. La presidente Maria Jasmine Cipriani ha consegnato gli attestati di partecipazione agli alunni ed ai professori ed ha donato un catalogo della Mostra per ogni classe partecipante. Inoltre ha invitato gli insegnanti a chiedere ai ragazzi di manifestare le loro impressioni su,l “loro incontro con Modigliani” attraverso l’elaborazione di scritti, pitture, disegni. Tali elaborati saranno messi in evidenza  in una successiva iniziativa culturale organizzata dalla Associazione Fidapa.