Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

16 Gennaio 2021

Omnia Vanitas, il design di Antonio Cagianelli


(Tonia Llantes) Livorno, 4 giugno 2018. Federico Bocci è il curatore della Space Gallery, a Livorno (Via Borra, 30), e nella sua sede presenta la mostra “OMNIA VANITAS”, una selezione di arredi disegnati da Antonio Cagianelli, che sarà inaugurata venerdì 8 giugno alle ore 18.
L’estro creativo di Cagianelli porta alla ribalta del design tradizionale un’iconografia “proibita”, mai introdotta prima nel mondo austero dell’abitare, come le fiamme ed i teschi, e spazia da suggestioni pop rock fino all’avanguardia dadaista, surrealista ed informale. Una rivoluzione, quella del designer toscano, che lo porta ad un’espressione artistica provocatoria e anarchica fino ad all’ora sconosciuta alle regole canoniche del confort domestico.
Fin dalla Facoltà di Architettura di Firenze e, quindi, dai primi anni ’90, Antonio Cagianelli crea una serie di mobili e oggetti sperimentali, non destinati al gran pubblico bensì ad un collezionismo colto e raffinato.
Molte delle sue opere sono esposte alla Galleria Colombari di Milano, al Museo delle Arti Decorative di Montreal e quello di Parigi. Nella mostra livornese saranno esposte le ormai famose sedute in gres “transvital” ed il mobile in laminato plastico realizzato dalla Abet Laminati intitolato “Morte a Venezia”, ispirato al celebre romanzo di Thomas Mann, e presentate al Mart del 2009 dalla stessa Galleria Colombari.
Nell’occasione, verranno presentati anche oggetti della collezione “pizzo a pezzi”, un riferimento al sexy-punk che evocano trame patchwork e che suggeriscono a loro volta composizioni astratte.
Il celebre critico Pierre Restany scrive di lui: “Antonio Cagianelli è un poeta che ha scelto di esprimersi in forma tridimensionale”.