Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

28 Gennaio 2022

La premiazione delle donne al Pala Modì (foto fornita da Simini)

Parità di genere, al Pala Modì premiate le donne che hanno saputo distinguersi


(Angela Simini) Livorno, 7 novembre 2019 – Al Pala Modigliani protagoniste le donne nella cerimonia “In cammino verso la parità”, promossa dalla consigliera provinciale di Parità, avvocata Cristina Cerrai, per consegnare un attestato di merito alle donne e ai soggetti cittadini che si sono distinti nel raggiungimento della parità di genere nei vari ambiti delle attività culturali, lavorative, sportive, amministrative e militari.

“Questa iniziativa – ha annunciato – nasce in prossimità del 25 novembre, giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Stasera insieme alle autorità qui convenute consegneremo gli attestati per valorizzare la cultura del diritto e del rispetto”.

Viva e sentita partecipazione hanno mostrato le autorità alla tematica della parità di genere, fatto questo che ha messo in luce le significative conquiste raggiunte in questo settore, grazie a un’azione capillare e costante svolta a tutti i livelli con la determinazione di aggiunge la passione al dovere, come hanno dimostrato l’avvocato Cristina Cerrai, ormai da anni, e le autorità che si sono rivelate “alleate e sostenitrici” della causa femminile.

Attestato dunque a Sonia Giannetti per essersi distinta nelle gare remiere e per essersi dedicata all’allenamento delle nuove leve femminili che “faticano, in un mondo di uomini, ad essere accettate come atlete”.

Altrettanto vale per Paola Parisi, presidente della squadra Jolly Acli Basket, unica squadra femminile livornese, fondata nel 1990, alla quale il Coni Livorno dedica molta attenzione, come ha riconosciuto anche il Sole 24 Ore. “Ma – ha commentato – i mass media non danno allo sport femminile grande risonanza”. E, ciliegina sulla torta, la colorata e “aitante” squadra Jolly Acli ha gratificato il pubblico con una performance di canestri. Tra gli applausi è stata mostrata la nuova sopramaglia dove spicca la scritta “Le donne studiano, amano, vincono, non dimenticarlo mai”.

Attestato alla Fidapa (Federazione italiana donne arti professioni affari), consegnato alla nuova presidente Sofika Dhimjini, per il lungo lavoro condotto in difesa e valorizzazione della donna in sintonia con le autorità locali. A tal proposito si è fatta menzione del premio Cittadino europeo 2020 per il progetto The new charter of the girl’s rights in Europe and around the world, assegnato alla fidapina dottoressa Giuseppina Bombaci nella sede del Parlamento europeo a Roma con la motivazione: “Per l’azione fondamentale nel promuovere la consapevolezza sui diritti delle donne e le pari opportunità”.

Attestato anche al Soroptimist Club per aver svolto una meritevole attività con la “Rete” nell’ascolto e protezione delle donne, ricevuto dalla past presidente dottoressa Fiorella Chiappi che, tra l’altro, ha dichiarato: “Parlare di parità è parlare di diritti”.

Premiati anche la marescialla dei carabinieri Monica Giorgi, la responsabile del servizio Affari generali e provveditorato della Provincia di Livorno, Paola Meneganti, Cristina Del Moro dell’Unicoop Tirreno, Darya Majidi, presidente Associazione Donne 4.0, la maestra Elena Bottoni per la Scuola elementare Giosuè Carducci dove dal 2013 si è porta avanti il Progetto della toponomastica femminile, il dottor Nicola Sodano, presidente del Comitato Pari opportunità delle avvocate e avvocati dell’Ordine di Livorno, nato nel 2012 .

Hanno consegnato gli attestati il prefetto Paolo D’Attilio, il questore Roberto Masucci, l’assessora Giovanna Cepparello, il colonnello Massimiliano Sole, comandante dell’Arma dei Carabinieri, il colonnello Gaetano Cutarelli, comandante provinciale della Guardia di Finanza, Giovanni Giannone delegato provinciale del Coni, Maurizio Quercioli, presidente del Palio marinaro.

Serata molto interessante, oltre che significativa, nella quale sono emerse tante realtà e opinioni per lo più poco conosciute. Ad esempio, il comandante Cutarelli ha annunciato che ci sono già colleghe a tre stelle e che a breve ci sarà la prima generale donna.