Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

5 Dicembre 2020

Passaggio di consegna alla Fidapa, Angela Simini la nuova presidente


(Massimo Masiero) Livorno, 4 novembre – Il passaggio di consegne alla Fidapa, sezione di Livorno, tra la past president Giuseppina Bombaci e la neopresidente Angela Simini, è avvenuta all’insegna della continuità, in un percorso che vuol cogliere le novità della trasformazione, anche tecnologica, proposte dall’epoca in cui viviamo, che tuttavia non può dimenticare un passato degno di essere raccontato e apprezzato. “Lavorare concretamente rivolgendosi ai ragazzi, e quindi ai giovani, della scuola per diffondere la cultura. Cercare di educare l’uomo per metterlo a contatto con gli altri, e quindi con se stesso”. E’ un messaggio semplice e chiaro, che Angela Simini, ha voluto lanciare ad inizio di un periodo biennale, fino al 2019, in cui proseguirà la ricerca continua del service, che è quella di seminare le idee perché prendano consistenza e si concretizzino nel loro cammino. Angela Lucia Simini è stata docente nei licei magistrali ed ha un’esperienza notevole essendo stata a contatto con i giovani, è una giornalista, nostra collaboratrice, che scrive su riviste e quotidiani, esperta di musica, e ricercata per la sua competenza e le sue puntuali osservazioni sui personaggi di opere classiche e moderne. Dedicherà pertanto una attenzione particolare alle concrete realtà del nostro tempo. Anche perché la Fidapa e le sue socie sono chiamate a affrontare sfide più tragiche e vaste, perché non solo la riforma della politica può aiutare, ma è essenziale che sia la diffusione della cultura a creare nuove opportunità che accrescano le conoscenze e i valori. Sulla linea importante della crescita della condizione femminile in tutti i campi, che è essenziale riferimento dello statuto della Fidapa.
Giuseppina Bombaci in precedenza ha tracciato un quadro di attività e di iniziative svolte ad ampio raggio: la sezione di Livorno ha festeggiato i 50 anni di vita, il problema delle donne in rosa per l’assistenza ospedaliera alle vittime di violenze di genere, il rispetto dell’ambiente, le donazioni con una visione continentale, dove la stessa past president andrà a ricoprire il ruolo di coordinatrice europea, conferitale al recente Congresso Internazionale al Cairo. E’ su questa prospettiva che il ruolo delle due esponenti della Fidapa si apprestano a svolgere un nuovo impegnativo in difesa della donna. “Non facciamo spesso riunioni conviviali-ha chiosato Giuseppina Bombacci- ma molte riunioni per organizzare il lavoro”. Ha ricordato due socie indimenticabili scomparse quest’anno: Dorina Finis, che ha dato molto all’associazione, e Nicla Capua, che si è affermata nel serivce e in politica come assessore alla cultura del Comune di Collesalvetti. Poi lo scambio delle consegne: la cornice con lo statuto della Federazione, il passaggio della campanella che spetta alla presidente, altri simboli della tradizionali del service.
Il vescovo della Diocesi, Simone Giusti, intervenuto alla cerimonia, si è soffermato sulle donne della Fidapa, che cercano di osservare e fare in un periodo non facile proponendo e coinvolgendo il più possibile. In questo periodo è essenziale, ha detto, che per raggiungere gli obbiettivi prefissi per il lavoro e per la soluzione di problemi tragici, come quelli della città, è essenziale che per applicare le leggi vi sia la semplificazione delle procedure burocratiche, che non si addicono ad una società moderna. L’assessore comunale Francesca Martini, che con Ina Dhimgjini, rappresentava il Comune, ha sottolineato come il lavoro sinergico, essenzialmente tra le donne, possa garantire sempre il raggiungimento della parità e della crescita. Festeggiata anche Patrizia Fedi Bonciani, grande impegno nella valorizzazione della donna, temperamento artistico, fotografa di scena, realizza col marito Paolo riprese in spettacoli e a noti personaggi dello spettacolo, che è stata di recente eletta presidente del Distretto Centro. Alla serata, svoltasi all’hotel Rex, erano presenti Patrizia Lensi, presidente del Lions Host Livorno, il dottor Riccardo Costagliola, vicepresidente del Rotary Club Livorno, rappresentanti femminili dell’Accademia Navale, del Soroptimist e dei club cittadini.