Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

18 Maggio 2022

Un momento della presentazione del libro di Ceccarini (foto Costa Ovest)

Presentato al Magnozzi Fides il libro di Marco Ceccarini su Picchi e Magnozzi: “Occorreva farlo”


(Camelia Ceccarini) Livorno, 26 dicembre 2021 – Un libro, due personaggi, due monologhi in cui le voci narranti, elaborate dal giornalista Marco Ceccarini, sono quelle di Armando Picchi e Mario Magnozzi, un libro dove al centro, attraverso le loro parabole esistenziali, ci sono le emozioni, i sentimenti, le sensazioni, le gioie e le delusioni di Mario ed Armando, livornesi di scoglio.

Il volume, dal titolo “Questo stadio è il nostro stadio”, edito da Ctl di Livorno, è stato presentato al club Magnozzi Fides mercoledì scorso, 22 dicembre, dal presidente dello stesso club amaranto e presidente onorario del Livorno Enrico Fernandez Affricano e dagli scrittori Giorgio Bernard e Gloria Benini.

La presentazione, che attraverso le piattaforme di Amaranta Tv e di Livorno Social Communication è stata seguita in molti Paesi del mondo, è stata vista, a distanza, anche dalle nipoti di Magnozzi, residenti in America. L’autore, prima dell’avvio, ha ricordato che dagli Stati Uniti ha ricevuto un messaggio di “good luck”, buona fortuna, da Lisa Mahon, una delle nipoti in linea retta di Magnozzi, mentre Gianmarco Picchi, uno dei due figli di Armando, ha espresso le sue felicitazioni per il libro che stava per essere presentato. Significativo è il sottotitolo del libro: “Emozioni e sentimenti come li avrebbero raccontati Picchi e Magnozzi”.

Fernandez, introducendo la serata, ha evidenziato “l’originalità del testo e la bravura di Ceccarini” e il fatto che “lo scritto suscita emozioni”, mentre Bernard ha sottolineato che “il libro contiene, oltre a quella emotiva, anche un’importante previsione storica ed è il risultato di una ricerca linguistica e documentale” e la Benini si è soffermata sul fatto che “l’autore non è nuovo a libri di storia e cultura sportiva, anche dedicati al calcio livornese”.

Al termine della conferenza, poi, c’è stata una vera sorpresa. A Ceccarini, che in quel momento stava firmando delle dediche, si è infatti presentato il finanziere anglo-brasiliano Joel Esciua che, in Toscana per motivi personali, ha voluto partecipare alla presentazione del volume che ha come protagonisti i due grande calciatori livornesi.

“Sono di passaggio”, ha detto in un ottimo italiano Esciua. “Oggi è il mio compleanno e con mio figlio abbiamo preso l’aereo e siamo venuti a vedere la partita tra Empoli e Milan. Avendo appreso dai social della presentazione di questo libro, che parla del Livorno e di Livorno, non potevo mancare”.

“E’ molto bello vedere che questo libro incuriosisce molte persone e tra queste anche un uomo come Esciua, che gestisce fondi finanziari importanti e che, fin da quando si interessò al Livorno (espresse interesse verso la piazza calcistica di Livorno la scorsa estate, ndr), non ha mai nascosto il suo gradimento per la squadra amaranto e per la città di Livorno”, ha commentato Ceccarini. “Il mio scopo, quando ho iniziato a scrivere questo libro, era concludere la fatica e pubblicare il testo entro la fine del 2021, anno in cui cadeva il cinquantesimo della scomparsa di entrambi. Era il mio modo per omaggiarli. Occorreva farlo. Sono contento di esserci riuscito”.

Per acquistare il libro, con lo sconto, direttamente dall’editore: clicca qui.

Tags: