Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

28 Settembre 2020

Psi, Livorno trappola per topi. M5S improvvisazione e interventi disorganici


Livorno – 1 aprile. Dura critica dei Socialisti Livornesi per la Federazione Provinciale del Psi di Livorno. “Dopo le rotatorie al porto è la volta del viale Italia”. E’ il titolo dell’intervento della sezione di via Capponi, che così prosegue: “Sono trascorsi circa tre anni dall’insediamento della Giunta Nogarin ed il Comune sul piano della mobilità si è distinto per questo: pista ciclabile in via Roma, spesa inutile e dannosa. Rotatorie zona porto: viabilità farraginosa e pericolosa soprattutto la notte con Code e ingorghi.
Semafori sul viale Ippolito Nievo: a che pro? Per rallentare il traffico ed esasperare i cittadini.
Ora tocca al Viale Italia”.
La critica si acuisce sulla viabilità sul lungomare che la giunta pentastellata intende realizzare, tra le critiche anche di molti cittadini e di comitati della zona. già sul piede di guerra: “Il sindaco – sostiene il Psi – ha fatto sapere che il Viale Italia è troppo largo e, quindi, causa di troppi incidenti; meglio restringere la carreggiata per cercare di limitarli e, così, si creano posti a lisca di pesce per il parcheggio delle automobili. Noi, Socialisti Livornesi siamo completamente in disaccordo con questa ipotesi che, se realizzata, bloccherebbe il traffico nella zona Sud di Livorno. Tant’è che per arrivare nelle zone con forte densità abitativa, come Ardenza-Antignano ed altre ancora, gli automobilisti dovrebbero sostenere tempi di percorrenza insostenibili, generando non solo ritardi ma anche quantità enormi di “emissioni” da carburante contribuendo ad aggravare l’inquinamento atmosferico la già malmessa qualità dell’aria della città e in particolare per tutti i residenti di Viale Italia e dintorni”.
Ed ancora una staffilata al comportamento del M5S, che ignora il parere dei cittadini: “La viabilità è cosa troppo seria per essere affrontata in maniera frettolosa e senza confronto adeguato con la popolazione. Decisioni unilaterali e imposte con la forza dei numeri possono soddisfare chi, in questo momento, gestisce il potere ma rischiano di nuocere a tutta la collettività. Pertanto, i Socialisti Livornesi chiedono al Sindaco Nogarin di “sospendere“ la decisione sul nuovo assetto della viabilità per il Viale Italia e di promuovere iniziative di confronto con le forze democratiche della città e con i suoi cittadini” Ed ecco l’affondo finale: “Alla luce degli ultimi provvedimenti sulla viabilità e l’annunciato nuovo assetto di Viale Italia ai Socialisti Livornesi appare chiaro che l’Amministrazione comunale manchi di una visione organica della mobilità cittadina e, per questo, interviene con azioni estemporanee e disorganiche improntate all’improvvisazione e non alla razionlità. Così operando Livorno, città proiettata all’accoglienza ed al turismo, rischia di diventare una trappola per topi!